BlackBerry e Nokia si prendono la rivincita.

Tutto pronto a Barcellona per il Mobile World Congress (MWC), la fiera più importante al mondo dedicata alla telefonia mobile, che inizierà ufficialmente lunedì 27 febbraio. La dodicesima edizione dell’evento, cui sono attesi 100mila partecipanti, si caratterizza alla vigilia per le assenze. Quella del Ceo di Facebook Mark Zuckerberg, che quest’anno lascerà il palco del keynote iniziale al Ceo di Netflix, Reed Hastings. Ma soprattutto quella dello smartphone principale di Samsung, di cui la compagnia darà solo un assaggio. E ci sarà posto anche per una ‘operazione nostalgia’ con BlackBerry e Nokia che si prendono la rivincita.

In Spagna Samsung non porterà, se non in video, il Galaxy S8, a cui sarà dedicato tra qualche settimana un evento ad hoc, ma punterà su altri prodotti, tablet in primis. Con Samsung assente sul fronte degli smartphone, e Apple che non frequenta il MWC, le aziende rivali avranno più spazio per contendersi i riflettori. Proveranno ad approfittarne Huawei, Lg, Sony e Htc con modelli potenziati dall’intelligenza artificiale, e segnatamente dagli assistenti virtuali.

Ci sarà posto anche per un richiamo al vintage portato avanti da BlackBerry, che non si rassegna a sparire dal mercato, e da Nokia, attesa con una riedizione dell’iconico cellulare 3310. Infine, da Google sono attese novità nel settore dei dispositivi indossabili e c’è anche in questa manifestazione, al pari del ces di Las Vegas, uno spazio dedicato all’automotive.

Lascia un commento