Ad Avellino, arriva la psichedelia degli Holy Bouncer.

Domenica 26 novembre, al Godot Art Bistrot, la band spagnola acclamata dalla critica per un altro grande appuntamento

 

AVELLINO.  Domenica 26 novembre, alle 22, al Godot Art Bistrot di Avellino, un altro appuntamento imperdibile: dalla Spagna sul piccolo ma sempre più accogliente palco di via Mazas arrivano gli Holy Bouncer una tra le più acclamate band psichedeliche della scena europea.

Con uno stile raffinato e inconfondibile, gli Holy Bouncer mescolano influenze di gruppi come Pink Floyd, Tame Impala, King Gizzard & Lizard Wizard, Velvet Underground, Mgmt mixando i suoni dei mitici anni ’70 con quelli più attuali, creando una miscela psichedelica allo stato puro, non concedendo nulla ai palati facili e spingendo su ritmi imprevedibili.

Entrano in sala di registrazione per la prima volta nel dicembre del 2015, nasce così Il loro primo album «Anticipation». Mentre l’ultimo lavoro è «Hippie Girl Lover», un album con 10 tracce pubblicato nel settembre del 2016. Da quel momento, sono in giro nei club di tutta Europa, sconfinando addirittura in Cina e partecipando poi a numerosi festival. Nello stesso periodo, aprono i concerti dei Primal Scream e Band of Skulls.