Di Battista (M5S): «Berlusconi dovrebbe stare in galera»

 

«Berlusconi ha pagato Cosa Nostra, è il principe dell’illegalità e in un paese normale sarebbe in galera. Questo è un paese che ha scarsa memoria». Lo ha detto Alessandro Di Battista rispondendo ai giornalisti prima di un comizio in piazza ad Arcore, a poche centinaia di metri dalla residenza di Silvio Berlusconi. Dal palco del M5S, Di Battista leggerà stralci della sentenza di condanna dell’ex senatore di Forza Italia, Marcello Dell’Utri. Mai avrei pensato di dover venire ad Arcore – ha detto Di Battista prendendo la parola sul palco – a dire quello che i media non dicono. In un paese normale, Berlusconi non starebbe in una villa lussuosa ma a San Vittore, Rebibbia o Regina Coeli». «Metto in guardia sulla pericolosità sociale di Berlusconi, uno che oggi viene incensato dalle televisioni ma che nemmeno dovrebbe essere invitato dalle televisioni, e non dovrebbe nemmeno avere la scorta lì fuori da Villa San Martino, casa comprata con un raggiro», ha aggiunto.«Per noi la mafia è una montagna di merda». Lo dice Alessandro Di Battista, in tour elettorale per il Movimento 5 Stelle in largo vela ad Arcore (Monza), a 200 metri dalla casa di Silvio Berlusconi, iniziando la lettura corale della sentenza Dell’Utri. Di Battista è in piedi sul palco allestito al centro della piazza, vicino i simpatizzanti Cinquestelle, a cui sono state distribuite copie della sentenza. «Vergogna! Vergogna! Fuori la mafia dallo Stato», urlano i presenti. «È una purificazione collettiva – dice Di Battista -. Questo video lo tradurremo in diverse lingue e lo manderemo alle tv mondiali».

Lascia un commento