Spalletti duro a fine gara “Tutti parlano di qualità, ma qui non ce n’è molta”

L’Inter non ha tremato davanti al Napoli, anzi: lo ha costretto al secondo 0-0 su due facendogli perdere la vetta della classifica. Per Luciano Spalletti, intervenuto a Premium Sport nel post partita, “è stata una buona partita, sotto l’aspetto tattico e sotto quello delle intenzioni. Loro hanno fatto meglio, hanno qualità e quel metodo sarriano riconoscibile, che si è visto anche stasera. Noi abbiamo provato a mordere, anche se il Napoli a volte ti costringe a stare basso. In alcune occasioni siamo riusciti a ripartire, in altre abbiamo fatto più fatica”.
obiettivi e qualità
“Se sono più tranquillo per l’obiettivo Champions dopo questo risultato? In certi momenti abbiamo la faccia tosta di esserci con intensità, in altri lasciamo palla agli avversari – spiega Spalletti -: non riusciamo ad avere continuità, non so cosa succederà nella prossima partita. Perché ho invertito i terzini nella ripresa? Cancelo sa stare da entrambe le parti, anche se si lamenta in qualunque posizione lo faccio giocare, ma ho preferito mettere D’Ambrosio in marcatura su Insigne. Come mai non sono riuscito a dare una impronta riconoscibile, come Sarri col Napoli? Io non sono convinto che l’Inter abbia tutta quella qualità di cui si parla, per andare a giocare nella metà campo avversaria servono certe doti. Noi abbiamo fatto un pessimo periodo, ma in generale non abbiamo mai giocato un grandissimo calcio, il Napoli ha qualità”.
candreva risponde
“Le dichiarazioni di Spalletti sulla carenza di qualità della squadra? Lo fa per spronarci: noi sappiamo di avere qualità, ma dobbiamo sempre dimostrarlo”. Lo ha detto Antonio Candreva, che ha risposto così alle osservazioni del suo allenatore sulle qualità della rosa. “C’è un po’ di rammarico – le parole dell’esterno nerazzurro -, perché abbiamo pareggiato con una squadra forte, ma abbiamo avuto le possibilità di segnare e non le abbiamo sfruttate. Milan rientrato nella corsa Champions? Interessa poco, noi facciamo la corsa su noi stessi: l’accesso alla Champions dipende solo da noi anche se non possiamo più permetterci passi falsi. Pochi rifornimenti per Icardi? Siamo una squadra: dobbiamo cercare di metterlo nelle migliori condizioni per fare gol perché è il nostro punto di riferimento”.