Livigno: ragazza stuprata dal branco

Si è presentata al pronto soccorso di Livigno, località di montagna dove la ragazza polacca era andata per sciare. Ai medici ha detto di essere stata stuprata da un branco di connazionali. Prima la sciata in compagnia, poi lo shopping. Infine la presunta violenza.
Dopo la visita medica, sono immediatamente scattate le indagini della squadra mobile di Sondrio. Sia la ragazza che il “branco” sono ancora in Valtellina, nella città turistica ora scossa da questa accusa pesante.
Secondo quanto scrive il Messaggero, la ragazza e il gruppo di giovani avrebbero passato una normale giornata in una località turistica. La mattina gli sci sulle belle montagne, il pomeriggio lo shopping nei negozi del pasino, la serata in un locale pubblico. Niente di più normale. Gli investigatori stanno cercando di trovare conferme a quanto affermato dalla presunta vittima. Alcuni testimoni delle ore precedenti lo stupro sono stati già sentiti in procura. Il fascicolo è in mano al sostituto procuratore Elvira Antonelli, che per il momento non ha richiesto al Giudice per le indagini preliminari alcun ordine di fermo o restrizione delle libertà personali dei giovani accusati di violenza sessuale.

Lascia un commento