Finanziamento illecito per Alemanno

Una condanna ad un anno e 10 mesi di reclusione è stata sollecitata dalla Procura di Roma nei confronti dell’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, accusato di finanziamento illecito. La vicenda, che vede imputate altre sette persone, è legata ad presunto finanziamento di 30 mila euro ricevuto per le elezioni regionali del 2010 mascherato da un falso sondaggio. Secondo l’accusa la tangente, scaturita da false fatture, sarebbe stata impiegata per incaricare una società specializzata ad effettuare il falso sondaggio e portare a termine l’operazione di «telemarketing politico» a favore del listino dell’ex presidente della Regione Lazio, Renata Polverini. L’ex Governatrice, indagata in un primo momento, è poi uscita dall’inchiesta con richiesta di archiviazione.