«Aiuto, la mamma non si sveglia» Jennifer muore nel sonno a soli 28 anni

Muore in casa a 28 anni, i figli di 8 e 2 anni chiedono aiuto alla vicina. Una tragedia nella tragedia quella avvenuta ieri mattina al River Village di Porto Recanati. Verso le 11 una bimba col fratello minore tenuto per mano è andata da una vicina di casa dicendo: «La mamma non risponde, ieri sera si è sentita male e adesso non parla». La donna li ha fatti entrare in casa, ha preparato per loro la colazione ed è andata a suonare all’appartamento al piano terra ma senza ricevere risposta, a quel punto ha chiamato il 118. Sul posto sono intervenuti i sanitari e i carabinieri.
La donna, Jennifer Giuliani, di Roma, è stata trovata sul divano vicino all’ingresso senza vita. Il Pm di turno, Claudio Rastrelli ha affidato l’incarico al medico legale Roberto Scendoni per effettuare un primo esame esterno, dall’accertamento non sarebbero emersi segni di violenza e la morte potrebbe essere sopraggiunta nella sera di martedì. Con ogni probabilità questa mattina il sostituto procuratore deciderà di disporre l’autopsia per chiarire le cause della morte. Ieri intanto un residente avrebbe riferito che Jennifer Giuliani «la sera prima era tesa e nervosa. Faceva avanti e indietro dalla macchina all’appartamento». La figlia (che ora è con il fratellino in una comunità protetta) avrebbe detto che martedì sera avevano fatto cena, poi la mamma si era alzata da tavola, era caduta a terra e lei l’aveva aiutata a sollevarsi e a sedersi sul divano, poi aveva preso il fratellino ed erano andati a dormire. Ieri mattina avrebbero provato a chiamarla, ma invano. In quelle stesse ore in Tribunale a Macerata era in corso l’udienza di convalida dell’arresto del loro papà e marito di Jennifer, un trentenne di Roma, accusato di evasione. Il giovane, estraneo ai fatti, era ai domiciliari nell’appartamento al 7° piano dove vive con la madre. C’era finito a fine febbraio dopo che la moglie lo aveva denunciato per maltrattamenti