Spunta un altro testimone: contromano l’auto che ha travolto lo chef

Spunta un secondo testimone oculare dell’incidente mortale in lungotevere della Vittoria, dove hanno perso la vita lo chef Alessandro Narducci e la sua amica Giulia Puleio travolti dalla macchina di Fabio Feola. L’uomo, un ciclista, ha raccontato di aver visto la Mercedes Classe A guidata dell’indagato procedere contromano nella corsia occupata dal motorino delle vittime. Parole che complicano la posizione di Feola. Un’altra persona, un signore anziano, ha già riferito di aver visto la sua macchina stare in parte nella carreggiata sbagliata. Il nuovo teste però avrebbe avuto una visuale migliore e ricorda la Mercedes andare del tutto contromano. Ora decisivi saranno i risultati dell’esame del sangue dell’indagato. Feola per adesso è accusato di omicidio stradale semplice per aver violato il codice della strada. Qualora le conclusioni del test dovessero svelare che quella sera era in stato di ebbrezza, allora l’ipotesi di reato si aggraverebbe.