Ilona Staller, bloccato il vitalizio in arte Cicciolina: deve al Fisco 100mila euro

L’Agenzia delle Entrate ha bloccato il vitalizio di Ilona Staller. L’ex parlamentare del Partito Radicale e pornostar non avrebbe pagato al Fisco circa 100mila euro di cartelle esattoriali. Per questa ragione è stato congelato il suo conto all’interno della banca di Montecitorio.Un provvedimento ritenuto illegale dall’avvocato Luca Di Carlo, al fianco di Ilona Staller  dall’epoca del processo contro l’ex marito Jeff Koons: «Il vitalizio non può essere pignorato o sequestrato per intero — ha chiarito — come invece ha fatto l’Agenzia delle Entrate, ci sono dei limiti di legge. Quindi quanto le è stato congelato va restituito, tranne per 1/5. E c’è anche una gravissima responsabilità dell’amministrazione parlamentare e della banca, che hanno permesso questo orrore anticostituzionale». Per il legale, conosciuto anche come può sussistere «il reato di appropriazione indebita, ma adesso deciderà la magistratura». La Staller è pronta a fare causa, e a chiedere «un risarcimento milionario per i danni subiti perché è stata privata dei mezzi di sussistenza».