Commerciante ucciso, ‘arrestata figlia’

La 45enne Simona Pozzi deve andare in carcere,come mandante dell’omicidio del padre Maurizio Pozzi, commerciante di 69 anni ucciso nel suo appartamento in via Gian Rinaldo Carli, a Milano, il 5 febbraio 2016. Lo ha deciso il Tribunale del Riesame accogliendo il ricorso dei pm Alberto Nobili e Antonia Pavan (indagini affidate alla Squadra Mobile) contro il no all’arresto da parte del gip arrivato nei mesi scorsi. La donna resta libera in attesa della pronuncia della Cassazione, dato che la difesa ha fatto ricorso.