L’Avvocato nominato dal ministro Toninelli nel cda delle Fal è sotto processo per truffa

Francesco Cavallo, l’avvocato scelto dal ministro Danilo Toninelli, è sotto processo a Lecce per aver truffato lo Stato fingendo di predisporre pratiche per associazioni antiracket nel Salento.
Una vicenda per cui è già stato rinviato a giudizio e per la quale è pendente anche una richiesta di sequestro per 51 mila euro, che sarebbero il frutto del reato per il quale è imputato. “Ho ritenuto di farlo dopo aver letto il giornale per evitae inutili strumentalizzazioni” spiega a Repubblica. “Detto questo non ho alcuna responsabilità, come dimostrerà il processo, e un curriculum di primo livello”.
E’ stato il Pd a sollevare il caso, dopo la denuncia di Repubblica. “La nomina dell’avvocato Francesco Cavallo nel cda delle ferrovie Fal è da ritirare immediatamente: risulta infatti sotto processo a Lecce per aver truffato lo stato fingendo di predisporre pratiche per associazioni antiracket nel Salento. Una vicenda per cui è già stato rinviato a giudizio e per la quale è pendente anche una richiesta di sequestro per 51 mila euro, che sarebbero il frutto del reato per il quale è imputato”. È quanto dichiara la senatrice Pd Laura Garavini, vicepresidente della commissione Difesa.
“Vogliamo sperare – aggiunge- che sia solo un caso di omonimia, che viste le gaffe sugli esperti già inanellate dal ministro Toninelli potrebbe anche essere plausibile, ma temiamo che questa volta la vicenda sia particolarmente grave. Sappiamo che il ministro dell’Interno, che secondo indiscrezioni di stampa avrebbe indicato quel nome per il cda, non si fa molti problemi con le truffe a danno dello Stato, visti i problemi con il bilancio del suo partito, ma speravamo che il ministro Toninelli se ne preoccupasse di più”.