Sindaco di Riace è libero ma non può più abitare in paese

Il sindaco  Lucano è libero dagli arresti domiciliari, ma non potrà più abitare a Riace. Il divieto di dimora è stato deciso ieri pomeriggio dal Tribunale del Riesame di Reggio Calabria a seguito dell’udienza che si era svolta in mattinata. «Una soluzione ancora peggiore dei domiciliari – dice sconsolato e sorpreso Lucano, arrestato il 2 ottobre per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e presunte irregolarità nell’assegnazione degli appalti per la raccolta rifiuti -. Sarò lontano dalla mia gente, dai migranti, dalla possibilità di aiutarli anche senza contributi pubblici». E suo fratello Giuseppe che gli è stato molto vicino dopo l’arresto incalza: «È una doccia fredda.