Di Battista: “Non mi candido alle Europee, sto seguendo un corso di falegnameria”

“E’ un po’ di tempo che non ci parliamo. Io sto benissimo”. Esordisce così Alessandro Di Battista dopo 40 giorni di silenzio su Facebook, annunciando che non si candiderà alle prossime europee per M5s. “Quando sono tornato dal mio viaggio, il Movimento mi ha chiesto di dare un po’ una mano”, dice, “e ho anche subito accettato perché temevo di deludere tante persone e per senso del dovere. Ci ho riflettuto: ti vuoi candidare? la risposta fondamentalmente è no”, aggiunge, “io non ci vorrei andare a Bruxelles a mettermi a fare l’europarlamentare e se ci andassi senza volerlo non penso che neanche renderei”. “Non voglio candidarmi, voglio fare altro, voglio continuare a scrivere, a conoscere il mondo”, ha proseguito Di Battista, “sto scrivendo un libro. Lo chiamerò ‘Politicamente Scorretto”. Per me le forze politiche muoiono non solo per corruzione o per malapolitica ma perché diventano troppo politicamente corrette. Il libro sarà su una serie di temi che mi stanno a cuore a partire dal conflitto di interessi alla colonizzazione all”Africa e al franco Cfa”.