Mercato Italia – Vendite auto in calo del 7,4%

Il mercato italiano dell’auto continua a frenare dopo il boom di agosto e il tracollo di settembre, con le immatricolazioni di ottobre ferme a 146.655 unità e in calo del 7,42%. Le performance negative sono ancora una volta da addebitare all’effetto WLTP, lo standard di omologazione entrato in vigore il 1 settembre, che ha spinto gli automobilisti ad anticipare gli acquisti ad agosto per sfruttare le promozioni varate da concessionarie e case automobilistiche per smaltire gli stock di veicoli non adeguati alla nuova normativa. Le forti contrazioni di settembre e ottobre, legate anche al peggioramento della fiducia dei consumatori per il rallentamento dell’economia, hanno peggiorato il dato del cumulato annuo. Nei primi dieci mesi dell’anno sono state immatricolate 1.638.364 autovetture, con una flessione del 3,21% rispetto al pari periodo del 2017. Il gruppo FCA registra a ottobre una flessione del 16,71% con 34.587 immatricolazioni. Il calo è da attribuire innanzitutto all’Alfa Romeo e al suo -42,11% (1.911 immatricolazioni). La Fiat perde, invece, il 20,73% (22.547) e la Maserati il 6,75% (235) mentre la Lancia limita le perdite a un -0,4% con 4.476 unità registrate. Continua, invece, l’ascesa della Jeep con una crescita del 7,3% e 5.381 immatricolazioni.