Arrestato il sindaco leghista di Legnano: “Tangenti e corruzione elettorale”

Nell’ambito dell’inchiesta ‘Piazza Pulita’ della Procura di Busto Arsizio è stato messo agli arresti domiciliari il sindaco leghista di Legnano, Gianbattista Fratus. È quanto si apprende da fonti investigative. Ai domiciliari anche l’assessore alle Opere Pubbliche Chiara Lazzarini, mentre è finito in carcere l’assessore al Bilancio e vicesindaco del comune di Legnano Maurizio Cozzi. Tra le accuse contestate anche quella di corruzione elettorale.

Lascia un commento