Coronavirus: Gattuso, partite rinviate? non è corretto

Con rispetto, ma se si decide porte chiuse, poi si deve giocare

29 FEB – “Con tutto il rispetto per ciò che sta accadendo in tutto il mondo e per le persone che sono morte, se si prende la decisione di giocare a porte chiuse poi si devono fare giocare tutte le partite. Ho letto che le gare rinviate si giocheranno il 13 maggio e non è corretto, penso che bisogna farle giocare subito, trovino della date, o si gioca tutti a porte chiuse o si rinvia, altrimenti non è corretto”.
    Così Rino Gattuso, dai microfoni di Sky, sulla decisione di non far disputare alcune partite delal 26/a giornata, per l’emergenza Coronavirus.
    “Giocare ora e tra due mesi ha una valenza diversa anche se sappiamo che la priorità è la salute perché è successo qualcosa di grave in tutto il mondo – dice ancora l’allenatore del Napoli -, ma se devo esprimere la mia opinione ripeto che non è corretto. Farle giocare adesso o fra due mesi non è la stessa cosa. Giocare il 13 maggio ha una valenza totalmente diversa da come sarebbe stato domani”. “Il calcio è un’azienda – conclude Gattuso – e bisogna fare le cose con criterio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *