Coronavirus: bloccati in Colombia, in viaggio verso Roma

Due cittadini di San Giorgio a Cremano, nel Napoletano

SAN GIORGIO A CREMANO (NAPOLI), 28 APR – Due cittadini di San Giorgio a Cremano (Napoli) rimasti bloccati in Colombia, in questo momento sono in aereo verso l’Equador e, successivamente, da qui ripartiranno per Roma. Lo fa sapere il sindaco Giorgio Zinno che in questi giorni è stato in contatto con i due concittadini, rispettivamente un avvocato e un imprenditore, e con la Farnesina.
    “I due concittadini sono diventati punto di riferimento dell’intero gruppo di italiani nei rapporti con l’ambasciata per trovare una soluzione per ritornare in patria”, fa sapere il primo cittadino. “Appena tornati faranno la loro quarantena in una città vicino alla nostra per poi tornare ai loro affetti sapendo che la comunità tutta è stata al loro fianco in questa disavventura”, conclude Zinno.

De Laurentiis: “Ho comprato la maglia di Mertens”

Presidente: “L’ho presa all’asta. Contributo a chi ha bisogno’

 – NAPOLI, 28 APR – Aurelio De Laurentiis ha acquistato all’asta la maglia di Dries Mertens, che era in vendita sulla piattaforma di beneficenza della Fondazione Cannavaro-Ferrara.
    Lo ha reso noto il presidente del Napoli, con un tweet: “Felice di essermi aggiudicato, a nome del Napoli – scrive De Laurentiis – la maglia di Dries indossata in Napoli-Barcellona, nell’asta benefica ‘jestovicinoate'”, organizzata dalla Fondazione Cannavaro-Ferrara. Maglia importante, che resterà in casa Napoli e un contributo per chi ha bisogno in un momento difficile”.
    Il cimelio è stato aggiudicato per 14.000 euro nell’asta che si è conclusa oggi.

ANSA.it Campania In Campania avvio fase 2 In Campania avvio fase 2

Ok a delivery, ma non tutti riaprono, e corsa con mascherina

 NAPOLI, 26 APR – Da domani la Campania comincia a sperimentare l’avvio della fase 2. Prodotti ‘tipici’ e irrinunciabili, come pizze e caffè, ma anche cornetti ed arancini, potranno essere nuovamente gustati ma non al tavolo o recandosi in pizzeria ed al ristorante. Dalle 16 alle 23 alle pizzerie e dalle 7 alle 14 a bar e pasticcerie potranno essere fatte solo ordinazioni telefoniche o online. Funzionerà insomma esclusivamente il delivery con consegna da parte di personale con le dovute protezioni: c’è attesa per questo via libera visto che nelle ultime ore c’è stato un vero e proprio boom per le app dei rider. Non tutti, però, riaccenderanno i forni. Molti pizzaioli aspetteranno la possibilità di riaprire i loro locali – anche se con le restrizioni legate alla distanza tra i tavoli e alle misure di protezione per il personale – perchè non ritengono conveniente un via libera solo con la consegna a domicilio.
    Alcuni si sarebbero aspettati anche un sì al take away che non sarà invece ancora possibile.

In Campania 39 guariti e 4 deceduti

32 nuovi positivi, oltre 67200 tampono effettuati

NAPOLI, 26 APR – Quattro deceduti (in Campania il totale arriva a 345), altri 39 guariti (ora sono 1.062), 32 nuovi positivi per un complessivo di 4.331 su un totale di 67.218 tamponi (+2.697). E’ l’ultimo bilancio fornito dall’unità di crisi della Regione Campania che specifica che del totale dei guariti, 1.004 lo sono totalmente e 58 clinicamente. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione virologicamente documentata da SARS-CoV-2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica presentata ma sono ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione). Questo il riparto territoriale dei casi. Provincia di Napoli: 2.375 (di cui 889 Napoli Città e 1486 Napoli provincia) Provincia di Salerno: 651 Provincia di Avellino: 440 Provincia di Caserta: 415 Provincia di Benevento: 177 Altri in fase di verifica Asl: 273

Coronavirus: asta benefica, maglietta Maradona a 55mila euro

L’ex campione a Ciro Ferrara: “abbiamo vinto un’altra partita”

ROMA, 26 APR – “Abbiamo vinto un’altra partita…per Napoli ed i nostri Napoletani” queste le parole di Diego Armando Maradona quando ha saputo che una sua maglietta dell’Argentina con il numero 10 è stata venduta all’asta per beneficenza incassando 55 mila euro.
    Il cimelio del ‘pibe de oro’ era stato donato da Ciro Ferrara alla Fondazione Cannavaro Ferrara per venderlo e impiegarne il ricavato a favore dei napoletani bisognosi, nell’emergenza coronavirus.
    “Abbiamo vinto un’altra partita Ciro Ferrara. Forse la più importante. L’abbiamo vinta insieme – scrive Maradona – uniti come abbiamo sempre fatto. Ti ringrazio Ciro, perché mi hai fatto provare una volta ancora l’emozione di essere parte di questo magnifico popolo. Mi ha permesso di riascoltare gli ottantamila del San Paolo. Ottantamila esatto, proprio come i fondi raccolti con la vostra iniziativa, anche grazie alla mia numero 10. Ho sentito quella gioia e il loro calore.
    Indimenticabile. Sono onorato di aver contribuito ad aiutare la nostra gente per l’acquisto di beni di prima necessità, in questo momento senza precedenti”.
    L’annuncio dell’avvenuta vendita è stato fatto con un video dallo stesso Ferrara sulla pagina facebook di Maradona. “Sono commosso e emozionato perchè dopo 33 anni dovrò staccarmi da questa maglietta -ha detto Ferrara indicando la numero 10 di Maradona con i colori della nazionale argentina. Dopo 9 giorni di asta è stata aggiudicata per il valore di 55mila euro, credo che mai nessuna maglia sia mai stata aggiudicata a un prezzo così’ importante. Insieme a tutte le altre donazioni abbiamo raggiunto 85mila euro”.

Agente ps muore per sventare furto banca

A Napoli auto speronata da banditi, ferito anche altro agente

NAPOLI, 27 APR – Un poliziotto di 37 anni è morto ed un altro è rimasto ferito a Napoli nel tentativo di bloccare gli autori di un colpo in banca. L’auto degli agenti della pattuglia del commissariato di Secondigliano, all’altezza di Calata Capodichino, ha cercato di frapporre un blocco alla fuga della vettura sulla quale si trovavano gli autori del colpo ma è stata travolta dagli uomini in fuga. I due rapinatori feriti nello scontro sono stati bloccati.

Jogging per molti su lungomare Napoli

In strada ma distanziati. Quasi tutti con mascherine

NAPOLI, 27 APR – Il colpo d’occhio è quello di una via Caracciolo, sul lungomare di Napoli, affollata. Ma i primi che stamattina hanno colto la possibilità di darsi al jogging, grazie all’ordinanza del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in una mattinata di sole, lo fanno mantenendo la distanza imposta e nella stragrande maggioranza dei casi con la mascherina. Solo qualcuno non ce l’ha e spiega: “Non è facile tenerla ma comunque restiamo distanti”. Soddisfatti i commenti raccolti in strada. “Non ce la facevamo più a stare rinchiusi in casa, finalmente possiamo iniziare a muoverci”, raccontano.
   

Coronavirus: Pisacane metta all’asta maglia gol per Astori

Sì del difensore a iniziativa famiglie Napoli in difficoltà

 22 APR – “#JeStoVicinoaTe Uniti per Napoli”. Anche il difensore del Cagliari Fabio Pisacane, nato nel capoluogo partenopeo, partecipa alla gara di solidarietà per aiutare le famiglie in difficoltà per l’emergenza coronavirus della sua città. Il centrale rossoblu, raccogliendo l’invito di altri tre storici difensori napoletani, Fabio e Paolo Cannavaro e Ciro Ferrara, metterà all’asta la maglia del gol dedicato ad Astori in occasione di Cagliari-Fiorentina del 10 novembre 2019.
    Pisacane quel giorno realizzó di testa la seconda rete del Cagliari (la partita finì 5-2 per i rossoblu) e subito rivolse lo sguardo verso il cielo dedicando la marcatura al collega incrociato cinque anni fa per pochi giorni nel ritiro sardo di Aritzo prima dell’approdo di Astori in maglia viola. Il ricavato della raccolta sarà destinato all’acquisto di beni di prima necessità in collaborazione con alcune associazioni riconosciute sul territorio e già selezionate.
    Più richiesto è il ‘gioiello’ che Ciro Ferrara ha deciso di mettere all’asta: la maglia dell’Argentina donatagli da Maradona dopo la gara del suo debutto in Nazionale il 10 giugno 1987 (Italia-Argentina 3-1). E Anche Diego ha condiviso l’iniziativa, ricordando con affetto l’amico in un post su Instagram. Tra i memorabilia in asta anche la maglia del Pocho Lavezzi donata da Paolo Cannavaro (Napoli-Inter del 2011), quella del Real Madrid di Fabio Cannavaro indossata nel 2006-2007 per una campagna che è diventata virale sui social network grazie alla partecipazione dei suoi protagonisti. La maglia del pibe de oro è già a quota 18.000 euro, per un totale di asta complessivo che raggiunge quasi 40.000 euro per offerte che provengono da vari paesi nel mondo tra cui Cina, Giappone, US, Francia, Irlanda, Polonia, oltre all’Italia.

Sanitari contagiati in ospedale Avellino

Azienda,”nessun focolaio, 8 contagiati appartengono a più unità”

AVELLINO, 22 APR – Sono due medici e sei infermieri, tutti in servizio all’ospedale “Moscati” di Avellino, gli otto nuovi casi di contagio nella provincia irpina che per due giorni consecutivi non aveva registrato nuovi casi di positività al Coronavirus. Gli otto sono risultati positivi ai tamponi per i quali la direzione dell’Azienda ospedaliera ha chiesto il riscontro del laboratorio di riferimento regionale dell’ospedale “Cotugno” di Napoli.
    Tra i contagiati non ci sono dipendenti che prestano servizio a Medicina d’Urgenza e al Pronto Soccorso. I vertici aziendali escludono che possa trattarsi di un focolaio in quanto, precisano in una nota, “le positività non sono circoscritte ad una sola Unità operativa, ma sono state riscontrate in ordine sparso in vari settori”. E’ stata avviata un’indagine interna per individuare eventuali persone entrate in contatto con i contagiati.

In Campania 327 morti e 860 guariti

I positivi sono 4185 sugli oltre 55mila tamponi eseguiti

NAPOLI, 22 APR – E’ di 4185 positivi il bilancio delle persone contagiate dal Coronavirus in Campania secondo l’ultimo dato aggiornato alla mezzanotte scorsa e diffuso dall’Unita’ di crisi regionale Covid 19.
    Il numero dei decessi e’ pari a 327, quello dei guariti sale a 860 (di cui 775 totalmente guariti e 85 clinicamente guariti).
    Il totale dei tamponi effettuati ammonta a 55.701.
    In serata e’ atteso il bollettino aggiornato alle ore 22 con il totale complessivo dei tamponi e dei positivi del giorno.
    Questo il riparto dei casi per provincia: Provincia di Napoli: 2.263 (di cui 860 Napoli città e 1403 Napoli provincia); Provincia di Salerno: 641; Provincia di Avellino: 434; Provincia di Caserta: 404; Provincia di Benevento: 170. Altri in fase di verifica Asl: 273.