Corteo bus turistici, servono interventi

Presidente associazione, su di noi si è abbattuta tragedia

NAPOLI, 27 MAG – Un corteo di una decina di autobus turistici ha attraversato alcune zone di Napoli, girando intorno alla fontana in piazza Trieste e Trento, prima di raggiungere il terminal della Stazione marittima. A manifestare è l’Associazione Bus Turistici Campania 2020, Terminal e Fiavet, che con circa 100 bus turistici e veicoli Ncc, Noleggio con conducente, chiedono l’intervento del Governo per il loro comparto. La Stazione marittima è diventata il luogo della manifestazione organizzata dall’Associazione Bus TuristiciCampania 2020, presieduta da Riccardo Lucherini, in collaborazione con Tomaso Cognolato, Ceo del Terminal Napoli, e Maurizio Maddaloni, presidente onorario della Fiavet Campania e Basilicata. L’associazione rivendica la giusta attenzione da parte del Governo, chiedendo un allungamento dei tempi della sospensione delle rate di leasing contratte per far fronte ai numerosi investimenti effettuati in presenza di un trend di crescita previsto per il 2020; la sospensione degli interessi legati ai leasing.

de Magistris, no spostamenti dal Nord

‘A meno che non si garantisca tampone negativo’

NAPOLI, 27 MAG – “Se dovessi decidere adesso, a mio avviso, non ci sono le condizioni per consentire liberamente uno spostamento dalla Lombardia e dal Piemonte verso le altre regioni a meno che non si garantisca la previa acquisizione del tampone negativo che sarebbe la soluzione ottimale perché pure non consentire alle persone di viaggiare dopo tanto tempo è una limitazione forte”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a Mattina 9, in vista della scadenza del 3 giugno, data della possibile ripresa della mobilità fra regioni diverse.
   

In Campania un morto e 43 guariti

Unità di crisi, totale positivi è di 4773 su 185.724 tamponi

NAPOLI, 27 MAG – Un decesso nelle ultime 24 ore in Campania e 43 guariti. Sono i dati dell’Unità di crisi della Regione Campania. Ad oggi il totale dei positivi è pari a 4.773 su un totale di tamponi esaminati pari a 185.724.
    Il totale dei deceduti è di 406 persone mentre i guariti salgono a 3221 (ieri erano 3178). Questo il riparto per provincia: Provincia di Napoli: 2.597 (di cui 986 Napoli Città e 1.611 Napoli provincia); Provincia di Salerno: 682; Provincia di Avellino: 543; Provincia di Caserta: 456; Provincia di Benevento: 204; Altri in fase di verifica Asl: 291.

Sgominata banda spacciatori movida

Si finanziava anche con furti di computer nelle scuole

NAPOLI, 28 MAG – Una banda di 10 spacciatori che agiva in particolare nelle ore della movida del Vomero a Napoli è stata sgominata dai Carabinieri che hanno accertato che il gruppo si finanziava anche con furti di computer delle scuole Le cessioni di stupefacenti, a minori e maggiorenni, potevano avvenire con due modalità: o attraverso la cessione diretta in piazza Immacolata, dove nel corso delle serate stazionavano alcuni degli indagati in attesa dei clienti, o con la cosiddetta modalità itinerante che consisteva nel ricevere l’ordinativo telefonicamente ed effettuare la consegna tramite pusher che raggiungeva il cliente a bordo di scooter. All’epoca dei fatti uno degli indagati lavorava come barista all’interno di un bar in piazza Medaglie d’Oro il quale durante lo svolgimento della sua attività lavorativa effettuava cessioni di stupefacente da dietro il bancone.

Fabbrica di igienizzante fuorilegge

Operazione della Finanza nel Napoletano, denunciata una 41enne

ROMA, 28 MAG – La Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato una fabbrica di oltre 1.000 metri quadrati dove si produceva igienizzanti spacciati per “disinfettanti”.
    L’operazione, condotta dalla compagnia di Portici, ha permesso di risalire alla titolare della fabbrica di San Giorgio a Cremano, una 41 enne di Torre del Greco, denunciata per frode in commercio, detenzione illecita di materiale infiammabile e per violazioni al Testo Unico sull’Ambiente.
    Le Fiamme Gialle hanno scoperto 14.000 litri di materie prime (acido cloridrico, sapone potassico, acusol, wilfaret, enzimi, armomib, gluconato di sodio, propan-2-olo, edta), alcune delle quali infiammabili, e attrezzature per la produzione, miscelazione ed imbottigliamento di detergenti e igienizzanti.
    Trovati prodotti pronti per essere messi in vendita (candeggina, ammorbidente, igienizzante al cloro, igienizzante alcolico, sgrassatore, detergente disincrostante, lava pavimenti), 600 kg di liquidi e 200 taniche di plastica e di latta costituenti rifiuti pericolosi.

Sgominata “la camorra” dei falsari dell’abbigliamento: in 11 di San Giuseppe e Ottaviano, 40 indagati

La Compagnia della Guardia di Finanza di Monfalcone (Gorizia), al termine di un’indagine durata più di un anno, ha sequestrato oltre 1.500 articoli ed accessori di abbigliamento con marchi contraffatti, che venduti al valore di mercato, avrebbero fruttato un guadagno di circa 100.000 euro. Sono stati sequestrati anche 40 dispositivi di telefonia mobile, tablet e pc usati per la vendita dei prodotti, nonché 14 carte prepagate impiegate per l’accredito degli importi relativi agli acquisti dei capi e accessori falsi. Ad oggi, risultano indagati 40 soggetti per i reati di contraffazione, di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e di ricettazione. Per 16 di questi – residenti in Campania e ben 11 di San Giuseppe Vesuviano e Ottavano dediti alla produzione ed alla commercializzazione della merce – l’autorità giudiziaria ha riconosciuto l’ipotesi dell’associazione a delinquere. Inoltre, per un residente a Grado, individuato quale referente della compagine criminale, il Gip di Gorizia ha disposto la misura cautelare in carcere, eseguita nei mesi scorsi dai finanzieri di Monfalcone.

Calcio: ex arbitro Gavillucci, ‘verità scomode in un libro’

Esce ‘L’uomo nero’.Sospese partita per cori razzisti a Koulibaly

MILANO, 26 MAG – Ha arbitrato in serie A tra il 2013 e il 2018 e viene ricordato soprattutto per aver interrotto, nel maggio di due anni fa, Sampdoria-Napoli per insulti razzisti, in particolare, contro il difensore Kalidou Koulibaly. Ora Claudio Gavillucci, a cui circa un mese dopo venne comunicato che non poteva più dirigere nella massima serie, ha deciso di raccontare “le verità di un arbitro scomodo” in un libro da poco uscito per Chiarelettere, ‘L’uomo nero’, scritto dall’ex ‘fischietto’ di Latina, assieme alle giornaliste Manuela D’Alessandro e Antonietta Ferrante.
    Come si legge in una presentazione, nel volume c’è il “racconto dall’interno dell’arbitro che ha osato mettere in discussione un sistema rivelandone ombre, condizionamenti e opacità”. Una testimonianza, quella di Gavillucci, che finì, poi, ad arbitrare nei campetti di provincia, che è “un viaggio nel mondo degli arbitri reso possibile anche grazie alla pubblicazione di documenti inediti”. E che “rivela una realtà finora sconosciuta e risponde alle tante domande che ogni tifoso o appassionato di calcio si pone: esiste una sudditanza psicologica rispetto ai club più blasonati? Quanto incidono i media sulle valutazioni dei direttori di gara? Quanto guadagnano gli arbitri? Che contratti e che tutele hanno? Sono davvero indipendenti? Che cosa ha prodotto l’introduzione del Var?”.
    Gavillucci, che fece ricorso alla giustizia sportiva e al Tar con una causa tuttora pendente, “risponde a questi e altri interrogativi conducendo il lettore nelle segrete stanze di una realtà che fa dell’assoluta riservatezza la sua bandiera”. Un libro-denuncia, così lo presenta lui stesso, di “logiche e meccanismi di potere nella cabina di comando del sistema arbitrale”.

Fase 2: riapre Reggia di Carditello, tra yoga e pilates

Da domenica visite su prenotazione e lezioni a numero limitato

NAPOLI, 26 MAG – Riapre il Real Sito di Carditello con visite gratuite nelle sale reali e percorsi benessere – completamente immersi nei boschi bonificati dalla Fondazione guidata dal presidente Luigi Nicolais – in programma domenica 31 maggio, lunedì 1 e martedì 2 giugno a Carditello.
    Da domenica spazio alle visite solo su prenotazione (dalle ore 10 alle 18) ed obbligo di mascherina e di distanziamento per i visitatori, che avranno la possibilità di accedere al galoppatoio e alle sale interne. Previste, per ora solo a numero limitato, lezioni dimostrative di yoga e pilates nel bosco di cerri e passeggiate nel bosco di eucalipti, organizzate dalla Federazione italiana camminatori sportivi. “Siamo particolarmente emozionati – spiega il direttore Roberto Formato – anche perché il Real Sito non è solo un luogo culturale, ma è un simbolo di rinascita e per la Terra dei Fuochi. La chiusura ci ha consentito di sviluppare nuovi format dedicati agli sportivi, alle famiglie e ai più giovani, che attiveremo in estate”.

Da Scampia i classici in napoletano

E-book gratuito dell’ Istituto “Melissa Bassi”

NAPOLI, 26 MAG – Classici della poesia italiana – da Jacopo da Lentini a Dante, da Petrarca a Giambattista Marino, a Foscolo – tradotti in napoletano ed in calabrese in un e-book gratuito. E’ l’ iniziativa editoriale di docenti ed alunni dell’Istituto di istruzione superiore “Melissa Bassi” del quartiere Scampia,a Napoli, realizzata con la didattica distanza. Ogni traduzione è accompagnata da un file audio con lettura degli studenti, alcuni dei quali sono di origine calabrese. Il progetto (“Tradurre è un po’ produrre”) ha l’obiettivo – spiegano la prof.ssa Marta Compagnone e il preside Domenico Mazzella di Bosco – “di far comprendere ai ragazzi il valore della propria cultura e delle proprie radici”. L’ e-book https://www.epubeditor.it/ebook2/182907.html) è stato realizzato dagli alunni della III A e IV C con la consulenza dei docenti Carmela Lallo, Gennaro De Crescenzo, Vincenzo Della Ragione e Michele Carilli. Per ogni opera l’ e-book riporta il testo originale con la traduzione in napoletano e calabrese.
   

Riaprono circoli,ma senza carte da gioco

Sì a biliardo e bocce, disinfettando oggetti ad ogni turno

NAPOLI, 26 MAG – Giocare a biliardo e a bocce? Sì, ma disinfettando ogni oggetto, mantenendo la distanza interpersonale di un metro e “riducendo il numero di persone che manipolano gli stessi strumenti” ad esempio “predisponendo turni di gioco e squadre a composizione fissa”. La Regione Campania riapre anche i circoli ricreativi e culturali, e prevede una serie di indicazioni molto dettagliate sulle modalità di funzionamento in fase 2: tra le altre il divieto all’uso di carte da gioco e di tutti gli strumenti che non possano essere disinfettati al cambio di mano. Occorre anche – si legge in un allegato all’ordinanza firmata dal presidente De Luca – “riorganizzare gli spazi, i percorsi e il programma di attività in modo da assicurare il mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro (2 metri in caso di attività fisica)”, nonché “privilegiare attività a piccoli gruppi di persone, garantendo sempre il rispetto della distanza interpersonale anche durante le attività di tipo ludico”.