Deposito auto rubate scoperto dalla PS

In sotterraneo a Striano, dopo segnalazione antifurto

NAPOLI, 28 MAG – Un deposito di auto rubate è stato scoperto dalla Polizia a Striano (Napoli).
    I poliziotti del Commissariato locale hanno ricevuto nel pomeriggio di Martedì la segnalazione di un antifurto satellitare sulla presenza in uno stabile in via Piano di un’ auto rubata e sono intervenuti. Qui, in un’ area sottostante all’ edificio, hanno trovato la carcassa dell’ auto rubata segnalata dall’ antifurto satellitare ed altre 12 auto smontate, tutte risultate rubate. Le targhe dei veicoli erano sparse nel sotterraneo. Il locale e le auto sono state sequestrate. Le indagini proseguono per risalire ai proprietari del deposito ed ai responsabili dei furti e dello smontaggio delle auto.

ANM riprende ma biglietti introvabili

Utenti protestano. Consorzio Unico Campania valuta azioni legali

NAPOLI, 28 MAG – ANM ripristina da oggi gli orari ordinari di Metro linea 1 e Funicolari ma i biglietti sono introvabili. Proteste alla Funicolare Centrale di piazzetta Augusteo. I passeggeri sono stati costretti a mettersi in fila davanti all’ unica macchinetta disponibile tra contestazioni per il funzionamento del distributore,ed imprecazioni. “I problemi nascono dalla società distributrice, ‘Giraservice” – fa sapere ANM – ci vorranno alcuni giorni per tornare alla normalità”. Al Consorzio Unico Campania, che gestisce la tariffazione per il trasporto regionale, si valutano iniziative legali nei confronti di “Giraservice”. “Siamo in fase di verifica e contestazione – dice all’ ANSA il presidente, Gaetano Ratto – ci stiamo sostituendo al distributore, consegnando ai punti vendita delle stazioni del Metro’ i biglietti. La stessa cosa faranno le imprese del Consorzio, ma è chiaro che non può bastare.
    ‘Giraservice’ ha problemi dopo la fase di lockdown, ma il contratto fissa dei limiti che non si possono superare”.

Igiene rafforzata, Volotea riparte

18 giugno vettore aereo low-cost torna a volare da Capodichino

NAPOLI, 28 MAG – Volotea, la compagnia aerea low-cost, ha rinforzato le misure igieniche e i protocolli di sicurezza per proteggere la salute di passeggeri e dipendenti e annuncia la ripresa dei suoi voli da Napoli per il prossimo 18 giugno. Nella stagione estiva verrà rafforzata l’offerta domestica, offrendo ai passeggeri maggiori frequenze e più posti in vendita, per decollare verso Catania, Genova, Torino, Trieste, Verona e Olbia. Per l’estate 2020, il network di destinazioni domestiche in partenza da Napoli prevede collegamenti anche verso Alghero, Cagliari e Palermo. Le procedure prevedono, tra l’altro, check-in online, rilevazione della temperatura, distanziamento sociale e mascherine.
    Raccomandati il check-in automatico e la convalida della carta d’imbarco contactless. Il servizio di catering è stato sospeso e, durante la notte, verrà effettuata una pulizia approfondita di tutti gli aeromobili con potenti disinfettanti industriali.
    Durante il giorno, invece, verranno disinfettate tutte le superfici.

No vendita alcolici con asporto dalle 22

Divieto di consumo dalle 22 alle 6 nelle aree pubbliche

NAPOLI, 29 MAG – In Campania divieto di vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, dopo le 22 da parte degli esercizi commerciali (compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici; dalle 22 alle 6 divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, compresi parchi comunali e ville. Sono alcuni dei contenuti dell’ordinanza 53 firmata dal governatore, Vincenzo De Luca, con ulteriori misure anti Covid-19. E ciò, dice una nota dell’Unità di crisi, dopo “le problematiche registrate nello scorso fine settimana e agli incontri avuti con le Camere di Commercio”. Per bar, ‘baretti’, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi e esercizi di somministrazione ambulante di bibite resta consentita la facoltà di apertura a partire dalle 5 ed è disposto l’obbligo di chiusura entro l’1, con obbligo di somministrazione al banco o ai tavoli a partire dalle 22.Nessuna limitazione nell’orario di chiusura per ristoranti, pub e pizzerie.
   

Giffoni riparte e si fa in quattro

Gubitosi, anche cinque incontri online con star internazionali

28 MAG – Pur integrando una parte online, il Giffoni Film Festival, la grande rassegna creata da Claudio Gubitosi per il pubblico più giovane, riparte per la 50/a edizione con la sua parte ‘fisica’ (regolata da ingressi contingentati e dalle più attente misure di sicurezza) e si moltiplica per quattro.
    Dal 18 al 22 agosto ci sarà il programma per i ragazzi +16 e +18, con 305 giurati nella cittadina campana (75 per le masterclass) e 1300 negli’ hub’ italiani (34) e internazionali (17). Dal 25 al 29 agosto saranno di scena i ‘Giffoners’ della fascia d’età +13 (305 a Giffoni e 1300 negli hub ‘esterni’ in Italia e nel mondo). Ci sarà inoltre una parte di attività ed eventi per tutto l’autunno e dal 26 al 30 dicembre spazio ai +6 e +10, con 1500 bambini e bambine distribuiti nei cinque giorni della rassegna.
    E’ il primo festival cinematografico italiano a ripartire anche con una parte ‘in loco’: “Volevo dare un segno forte di esistenza e resistenza anche alla mia regione, all’Italia, al mondo del cinema, dell’arte e della cultura – spiega Gubitosi nella conferenza stampa online -. Una forte botta di fiducia contro una depressione che ci fa paura”.
    Hanno finora dato l’adesione per il festival, fra gli altri, Sergio Castellitto, Raoul Bova, Valentina Bellè e Benedetta Porcaroli. Ci saranno online anche cinque incontri con grandi star internazionali: “Non posso ancora fare nomi, ma ci sono contatti in corso e presto vi diremo tutto, anche i titoli delle grandi anteprime che avremo”. I 6500 ragazzi che erano già stati selezionati come giurati per l’edizione del 2020 potranno partecipare a quella del 2021 che Gubitosi vorrebbe chiamare “edizione 50 plus”.

Paestum, ecco i resti di Porta Aurea

Durante lavori per rifacimento linea elettrica

PAESTUM (SALERNO), 28 MAG – Nei pressi di “Porta Aurea”, l’accesso nord della città antica di Paestum, sono riemersi parte della pavimentazione e blocchi in calcare locale di uno dei due pilastri su cui poggiava l’arco della porta. La scoperta stamattina nel corso dei lavori pubblici per il rifacimento della linea elettrica. Immediato il sopralluogo degli archeologi della Soprintendenza che hanno rivisto il progetto iniziale per far luce su questa porzione delle mura di Paestum, finora sconosciute se non da vecchie piante dell’Ottocento.
    “”Da circa un anno stiamo lavorando intensamente lungo le mura di Paestum, uno dei complessi difensivi meglio conservati dell’Italia antica, lungo circa 5 km – racconta il direttore, Gabriel Zuchtriegel – I lavori di pulizia e restauro del tratto ovest delle mura ci hanno fatto scoprire un tempietto dorico in una zona periferica della città antica. È il momento di unire tutti i tasselli in un più ampio progetto di valorizzazione della città antica”.
   

Arrestato latitante clan Cuccaro-Andolfi

Ciro Imperatrice sorpreso in un armadio della camera da letto

NAPOLI, 29 MAG – I carabinieri del Comando provinciale di Napoli hanno arrestato Ciro Imperatrice, ritenuto dagli investigatori tra i vertici del clan Cuccaro-Andolfi del quartiere Barra di Napoli, irreperibile da ottobre 2019, destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale di Napoli poiché condannato a 2 anni e 5 mesi di reclusione per il reato di associazione per delinquere di tipo mafioso.
    Il latitante è stato arrestato dopo un’articolata attività investigativa, rintracciato all’alba in un’abitazione di Cupa Rubinacci. I militari lo hanno sorpreso nascosto all’interno di un armadio della camera da letto dove dormiva. L’arrestato è stato chiuso nel carcere di Secondigliano.
   

No vendita alcolici con asporto dalle 22

Divieto di consumo dalle 22 alle 6 nelle aree pubbliche

NAPOLI, 29 MAG – In Campania divieto di vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, dopo le 22 da parte degli esercizi commerciali (compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici; dalle 22 alle 6 divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, compresi parchi comunali e ville. Sono alcuni dei contenuti dell’ordinanza 53 firmata dal governatore, Vincenzo De Luca, con ulteriori misure anti Covid-19. E ciò, dice una nota dell’Unità di crisi, dopo “le problematiche registrate nello scorso fine settimana e agli incontri avuti con le Camere di Commercio”. Per bar, ‘baretti’, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi e esercizi di somministrazione ambulante di bibite resta consentita la facoltà di apertura a partire dalle 5 ed è disposto l’obbligo di chiusura entro l’1, con obbligo di somministrazione al banco o ai tavoli a partire dalle 22.Nessuna limitazione nell’orario di chiusura per ristoranti, pub e pizzerie.
   

De Luca, raddoppiano pensioni al minimo

Una giornata storica, da noi fatti e non parole

NAPOLI, 28 MAG – “E’una giornata storica. Grazie al Piano socio-economico della Regione Campania, mettendo in campo quasi un miliardo di euro per fronteggiare la crisi, con valuta 29 maggio 2020, vengono pagati sia il bonus per i pensionati al minimo sia l’indennità integrativa per i lavoratori stagionali del turismo. In particolare, riceveranno il complemento a 1.000 euro, 170.317 pensionati titolari di assegni sociali, pensioni sociali e pensioni di vecchiaia integrate al minimo”. Lo dice il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.
    “Coloro che ricevono la pensione mediante accredito su libretti postali, conti correnti e carte ricaricabili (complessivamente, quasi il 92% degli interessati) riceveranno l’integrazione della Regione Campania della mensilità di maggio con valuta 29 maggio. Coloro che, invece, ritirano la pensione per cassa allo sportello postale (poco più dell’8% degli interessati) potranno recarsi presso gli uffici postali a partire dal 4 giugno.

Corteo bus turistici, servono interventi

Presidente associazione, su di noi si è abbattuta tragedia

NAPOLI, 27 MAG – Un corteo di una decina di autobus turistici ha attraversato alcune zone di Napoli, girando intorno alla fontana in piazza Trieste e Trento, prima di raggiungere il terminal della Stazione marittima. A manifestare è l’Associazione Bus Turistici Campania 2020, Terminal e Fiavet, che con circa 100 bus turistici e veicoli Ncc, Noleggio con conducente, chiedono l’intervento del Governo per il loro comparto. La Stazione marittima è diventata il luogo della manifestazione organizzata dall’Associazione Bus TuristiciCampania 2020, presieduta da Riccardo Lucherini, in collaborazione con Tomaso Cognolato, Ceo del Terminal Napoli, e Maurizio Maddaloni, presidente onorario della Fiavet Campania e Basilicata. L’associazione rivendica la giusta attenzione da parte del Governo, chiedendo un allungamento dei tempi della sospensione delle rate di leasing contratte per far fronte ai numerosi investimenti effettuati in presenza di un trend di crescita previsto per il 2020; la sospensione degli interessi legati ai leasing.