Detenuto psichiatrico picchia tre agenti

In Irpinia. Uspp, mancano provvedimenti. Riflettere su episodio

NAPOLI, 2 GIU – Aggressione con calci e pugni ai danni di tre agenti della Polizia Penitenziaria nel carcere di Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino) da parte di un detenuto con problemi psichiatrici. Lo rende noto l’Uspp.
    I poliziotti sono finiti in ospedale per farsi medicare contusioni a mani, braccia, gomiti, gambe e graffi sul volto.
    “Mancano provvedimenti tesi a contrastare questi episodi, – dice il delegato campano dell’Uspp Maurizio Repola – e le violenze in carcere continuano”. Il segretario regionale dell’Uspp, Ciro Auricchio, chiede una riflessione sul trattamento di questa tipologia di detenuti: “A seguito del superamento degli OPG – sottolinea – questi detenuti dovrebbero essere presi in carico esclusivamente dalla sanità regionale. Invece rimangono in carcere e, con i pochi strumenti a disposizione, gravano sull’operato della Penitenziaria. A causa della carenza di organico si riesce solo con fatica a far fronte a questi episodi. L’Uspp è vicina alle vittime di questa aggressione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *