Regionali: con Salvini candidata di origine africana

Cristine Scandroglio boccia politiche immgrazione UE

NAPOLI, 25 AGO – C’è anche Cristine Mariam Scandroglio, 37 anni, ivoriana di origine, adottata da italiani, tra i candidati della Lega alle regionali della Campania. Cresciuta in Lombardia, presidente dell’ associazione “Il Ponte”, che ha come motto “il futuro è nelle origini”, Cristine si è candidata alle Europee nel 2014 ed alle Comunali di MIlano, nel 2016, per la Lega, alla quale è iscritta, raccogliendo circa 3 mila preferenze. Da tre anni si è trasferita a Napoli, dove è stata responsabile dell’ ufficio politiche per l’ immigrazione dell’ UGL.
    Lavora come consulente aziendale. “Le posizioni della Lega sull’ immigrazione ? Non ho nessun imbarazzo, le condivido – dice – . Quelle del Governo italiano e della UE umiliano l’ Africa, rappresentandola solo come una terra di guerre e pestilenze ed ignorando lo sviluppo economico e sociale che è in atto, e la privano dei suoi figli migliori facendoli emigrare.
    Così la condannano al sottosviluppo”.
    Cristine Scandroglio ha atteso stamattina , insieme ad altri candidati di Napoli alle regionali della Campania, Matteo Salvini in visita al carcere di Secondigliano.
    Al termine della visita del leader della Lega, saluti e foto con Salvini sotto il gazebo allestito per un incontro con la stampa all’ esterno della struttura carceraria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *