Rinviata la Regata delle Antiche Repubbliche Marinare

Il Comitato Generale del Palio delle Antiche Repubbliche Marinare d’Italia ha constatato che, ad oggi, non sussistono le condizioni normative e tecniche per preparare e tenere regolarmente l’edizione 2020 nel mese di settembre, programmata ad Amalfi. La decisione sul rinvio a settembre era stata assunta dai rappresentanti delle città di Amalfi, Pisa, Genova e Venezia lo scorso 6 marzo – appena due giorni prima del lockdown nazionale – ma mai resa pubblica per via degli accadimenti che hanno segnato il mondo nel corso degli ultimi mesi.
Nell’ultima riunione del Comitato Generale, tenutasi in videoconferenza, i rappresentanti delle città hanno comunque espresso l’intenzione di valutare, in base all’andamento della situazione sanitaria, di poter tenere una edizione invernale del Palio in data e luogo da concordarsi.
Nella medesima riunione, il Comitato di Genova ha espresso la volontà di poter ospitare l’edizione 2024 nella propria città, anno in cui il capoluogo ligure sarà “Capitale Europea dello Sport”.

Si finge diplomatico per vacanza di lusso a Capri, arrestato

Tra hotel e barche 15mila euro in 10 giorni, bonifici falsi

NAPOLI, 01 SET – Ha soggiornato 10 giorni in un noto hotel a 5 stelle dell’isola azzurra e frequentato locali e ristoranti di lusso. Ha anche noleggiato un’imbarcazione completa di skipper godendosi il mare in minicrociere tra Capri e le costiere amalfitane e sorrentine. Circa 15mila euro spesi con carte di credito e bonifici, poi risultati falsi. Il tutto fingendo di essere un diplomatico. Ma la vacanze di lusso per un 31enne croato già noto alle forze dell’ordine sono state interrotte dai carabinieri che lo hanno arrestato per truffa e false attestazioni sulla propria identità. La vacanza del croato, secondo la prenotazione, sarebbe dovuta finire domani. Ma diverse sono state le segnalazioni di pagamenti non andati a buon fine e così sono scattate le indagini dei carabinieri di Capri. All’arrivo dei militari il falso diplomatico ha continuato a mantenere il gioco, assumendo un atteggiamento quasi infastidito dalla loro presenza.
    Secondo quanto ricostruito, il 31enne aveva fornito durante il check-in in hotel un documento d’identità falso e quando è arrivato il momento di saldare il conto ha informato la direzione di aver disposto un bonifico, mostrandone la ricevuta di presa in carico: totale 10mila euro. Con lo stesso trucco ha noleggiato alcune barche – complete di equipaggio – e visitato i luoghi più affascinanti dell’isola e delle vicine costiere.
    Anche qui il conto è stato salato: 4.500 euro, ancora una volta pagati con finti bonifici comprovati con contabili fasulle.

Sindaco ucciso: Conte,grave non ci siano risposte su delitto

Lettera premier a fratello Angelo Vassallo. Omicidio 10 anni fa

NAPOLI, 31 AGO – “Sento il dovere di esprimere i miei profondi sentimenti di partecipazione per la grave mancanza di risposta dinanzi ad un fatto di sangue così grave”.Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in una lettera inviata a Dario Vassallo, fratello del sindaco di Pollica Angelo Vassallo, in occasione del decimo anniversario dell’assassinio del sindaco pescatore di Acciaroli (Salerno) e sulla cui vicenda ancora oggi non si conoscono né gli autori né i mandanti. Nella lettera – di cui riferisce la Repubblica – il presidente Conte, che non potrà essere presente alla “Festa della Speranza”, fissata per il 5 settembre e organizzata da Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo- Sindaco Pescatore per il giorno, ha ricordato la figura di Angelo Vassallo. “Suo fratello Angelo era stato per 15 anni sindaco di Pollica, impegnandosi fino al sacrificio della vita per la legalità, per il rispetto delle regole e delle istituzioni, per garantire gli interessi e la libertà dei cittadini, per combattere senza cedimenti la criminalità organizzata. Ha svolto il suo compito con orgoglio, coraggio e straordinaria integrità morale, costituendo un esempio non solo per i cittadini del suo territorio cilentano, ma per l’intero Paese”. “Fin da subito, – spiega Dario Vassallo – avevamo deciso di invitare solo il presidente del Consiglio Conte alla Festa della Speranza, anche in considerazione del fatto che la manifestazione si sarebbe svolta in piena campagna elettorale. Il pericolo che i politicanti di professione avessero potuto strumentalizzare la manifestazione era troppo grande”. “Vogliamo la verità sulla morte di mio fratello. – conclude Vassallo – A dieci anni dal suo assassinio, è ormai chiaro che pezzi importanti delle istituzioni hanno contribuito ad insabbiare e deviare le indagini. Chiediamo da tempo una commissione parlamentare d’inchiesta che faccia piena luce su tutta la vicenda”. 

Maltempo: in Campania allerta meteo per temporali

Protezione Civile, dalle ore 13 alle 20. Livello giallo

 NAPOLI, 31 AGO – La Protezione civile della Regione Campania comunica che a partire dalle 13 e fino alle 20 di oggi sono previste piogge e temporali che sulle zone 1 e 2 (Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 2: Alto Volturno e Matese) determinano un’allerta meteo di colore Giallo per conseguenti possibili fenomeni di dissesto idrogeologico.
    Si prevedono, in particolare “precipitazioni a prevalente carattere di rovescio e temporale. Possibili raffiche nei temporali” . I fenomeni temporaleschi sono caratterizzati da incertezza previsionale e potranno avere rapidità di evoluzione, sottolinea la nota.
    Tra gli scenari di impatto al suolo si ricordano: ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento, fulminazioni, possibili grandinate e a caduta di rami o alberi.

Padre Fortunato, i legami tra Gerardo Sasso e S.Francesco

Le celebrazioni in programma a Scala, in costiera amalfitana

NAPOLI, 31 AGO – Scala è il paese più piccolo e più antico della costiera amalfitana che ha dato i natali, intorno al 1040, a Gerardo Sasso divenuto Beato nel 1984 da San Giovanni Paolo II. “Tutti – sottolinea padre Enzo Fortunato, direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi – pensavamo fosse stato San Francesco, nel 1219, il primo a varcare le porte dell’Oriente con il suo viaggio a Damietta per incontrare il Sultano Malik al-Kamil. In realtà è stato il Beato Fra’ Gerardo Sasso, oltre cento anni prima, ad approdare in Terra Santa. È il 1099 in piena prima crociata parte per recarsi nel cuore del Medio Oriente, Gerusalemme. Qui fondò l’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, l’attuale Ordine dei Cavalieri di Malta, una comunità monastica dedita alla gestione dell’ospedale per l’assistenza dei pellegrini di ogni fede o razza”.
    “Due uomini, due frati, due giganti, nella vita e nella fede.
    Intrapresero un viaggio in Terra Santa: lo scalese si mette in cammino per curare le ferite dell’uomo e l’assisano per sanare odio e violenza attraverso il dialogo. Due uomini che profeticamente aprono le della prossimità con l’Oriente.
    Possiamo trarre ispirazione dalla loro vocazione e metterci in cammino, tutti insieme come hanno fatto Francesco e Gerardo”., aggiunge padre Fortunato. “Proprio per questo il comune di Scala, paese più antico della Costiera Amalfitana, farà memoria, nel IX centenario dalla sua morte, del suo figlio più illustre con incontri e dibattiti sui temi cari allo scalese e all’assisiate: dialogo interreligioso, solidarietà e fratellanza tra i popoli. Il 3 settembre il Cardinale Angelo Becciu presiederà la solenne Celebrazione Eucaristica nel Duomo di San Lorenzo della cittadina campana.
    Per l’occasione verranno anche presentazione due francobolli celebrativi di Poste Italiane: uno realizzato dall’artista Mimmo Paladino, l’altro sulla bozza di un disegno di Dario Fo, ospite a Scala nel 2009, che ritrae la facciata del Duomo di San Lorenzo. Due immagini – secondo padre Enzo Fortunato – che rappresentano due opere d’arte contemporanea”. 

Campania,in arrivo 456.800 euro per kit e corredi scolastici

I fondi del ministero andranno a 571 istituti della regione

NAPOLI, 31 AGO – Kit e corredi didattici standard e innovativi, strumenti per la didattica digitale integrata, quaderni, astucci, diari per le ragazze e i ragazzi meno abbienti. Sono tutti materiali che potranno essere acquistati dalle scuole campane con i fondi stanziati dal Ministero dell’Istruzione. Per la Campania si tratta di 456.800 euro, di cui beneficeranno 571 istituti scolastici scelti sulla base di precisi parametri: è stata data priorità a quelli con indici più alti relativi a dispersione scolastica e disagio negli apprendimenti e in base allo status socio-economico della popolazione di riferimento. Una misura voluta dalla Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.
    Intanto, nelle scorse settimane, sono state anche distribuite le risorse che consentiranno di fornire agli studenti delle famiglie in difficoltà libri gratis. Un beneficio che in Campania riguarderà 74.434 fra ragazze e ragazzi delle secondarie di primo e secondo grado.
    “Questa estate, insieme alle misure e alle risorse per la ripartenza – sottolinea la ministra Lucia Azzolina – abbiamo voluto dare un segnale concreto alle famiglie in difficoltà.
    Abbiamo dato soldi direttamente alle scuole per libri e kit didattici. Un finanziamento diretto che consente di venire subito incontro, con acquisti immediati, alle esigenze delle studentesse e degli studenti”

Coronavirus: Campania, 184 positivi di cui 86 viaggiatori

Eseguiti 5.783 tamponi

NAPOLI, 31 AGO – Rallenta, rispetto all’impennata di ieri, la crescita dei contagiati da Covid scoperti in Campania, dove è in corso una massiccia operazione di screening sui rientri da aree a rischio e sui loro contatti. Sono 184 i nuovi positivi rilevati a fronte di 5.783 tamponi: il giorno prima erano invece emersi 270 casi su 6.882 tamponi. Nel bollettino odierno dell’Unità di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, non si segnalano decessi né guarigioni. Dei 184 nuovi positivi 86 sono viaggiatori di rientro, di cui 35 casi dalla Sardegna e 51 dall’estero.