Posticipata visita Conte e Azzolina alla scuola di Cancello

Riprogrammata per il primo ottobre

23 SET – In merito alla visita del presidente del Consiglio Giuseppe Conte all’Istituto comprensivo Francesco Gesuè di San Felice a Cancello (Caserta), prevista per domani mattina insieme con la ministra Lucia Azzolina, da palazzo Chigi si comunica che Conte, dopo aver appreso che la ripresa dell’anno scolastico a San Felice a Cancello è stata fissata per il 28 settembre, e che quindi domani sarebbe stata organizzata una apertura straordinaria dell’Istituto, ha deciso – dopo aver informato il sindaco e la dirigente scolastica – di posticipare la visita a giovedì primo ottobre in mattinata, sempre insieme con Azzolina.

Coronavirus: in Campania 248 positivi in 24 ore


Su 4.901 tamponi effettuati, i guariti sono 136

 NAPOLI, 23 SET – In 24 ore 248 positivi su 4.901 tamponi: questi i dati del bollettino di oggi dell’Unità di crisi regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da Covid-19 in Campania. Il totale dei positivi è di 10.907 unità; quello dei tamponi è di 553.231. I guariti del giorno sono 136.

Carabiniere investito e ucciso mentre fa jogging, un arresto

Nel Casertano conducente auto era positivo a test droga

CASERTA, 23 SET – Antonio Montaquila, 37enne maresciallo dei carabinieri in servizio alla stazione dell’Arma a Formicola (Caserta), è stato investito e ucciso da un’auto a Capua, mentre faceva jogging. Il militare è morto sul colpo.
    La Polizia Stradale, che indaga sull’accaduto, nella notte ha arrestato il conducente della vettura, un 21enne del posto risultato positivo al test per l’uso di sostanze stupefacenti.
    Dai primi accertamenti effettuati, sembra che il giovane abbia perso il controllo dell’auto, che andava ad alta velocità, finendo sul marciapiede, dove in quel momento il 37enne carabiniere stava correndo. Montaquila lascia la moglie 44enne e un figlio di 6 anni; da poco era stato trasferito dalla Compagnia di Capua alla stazione di Formicola, dove avrebbe dovuto svolgere il ruolo di vice-comandante. Grande commozione tra i colleghi; Montaquila, originario di Vairano Patenora (Caserta), viene ricordato come un professionista serio e dedito al suo lavoro, che si faceva voler bene e rispettare da tutti. 

Regionali: Campania; boom Casillo, oltre 41.000 preferenze

A Napoli nel Pd bene Raia e Fiola. Borrelli oltre i 15.000 voti

 NAPOLI, 22 SET – E’ Mario Casillo il trionfatore delle elezioni regionali in Campania per quanto riguarda i candidati al consiglio regionale. Il consigliere uscente del Pd di Boscoreale (Napoli) si conferma al primo posto tra i più votati come nel 2015 quando prese 31.307 voti, ma stavolta fa saltare il banco: quando mancano poche sezioni alla fine dello scrutinio ha già 41.450 preferenze.
    Casillo domina la lista dem della circoscrizione di Napoli davanti a Loredana Raia, che al momento è a 26.626 preferenze, e a Bruna Fiola a quota 22.183. Tra i più votati anche l’ex parlamentare Massimiliano Manfredi, che supera i 18.000 voti, mentre la capolista Giordana Mobilio arriva a quasi diecimila preferenze. Nella circoscrizione di Napoli la seconda lista della coalizione di De Luca è De Luca Presidente che porta a casa il 15,2% e ha in testa Lucia Fortini, assessore all’Istruzione uscente, con 10.248 voti, davanti a Vittoria Lettieri e Carmine Mocerino entrambi oltre le diecimila preferenze. Ottimo il risultato di Italia Viva, terza lista della coalizione, mentre fa il pieno di voti Francesco Emilio Borrelli nella lista Europa Verde, portando a casa 15.440 voti. Tra I più votati anche Tommaso Casillo e Giovanni Porcelli di Campania Libera, entrambi a quasi 12.000 preferenze. Nelle altre province, spicca il risultato di Salerno, dove il Pd è la prima lista della coalizione al 16,72%, distanziando la lista De Luca Presidente al 10,20%.

Coronavirus: in Campania 156 positivi in 24 ore

Su 4.310 tamponi effettuati, i guariti sono 98

NAPOLI, 22 SET – In 24 ore 156 positivi su 4.310 tamponi: questi i dati del bollettino di oggi dell’Unità di crisi regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologia da Covid-19 in Campania. Il totale dei positivi è di 10.659 unità; quello dei tamponi è di 548.330. I guariti del giorno sono 98.

Campania: tra new entry e flop, così il nuovo Consiglio

32 seggi alla maggioranza,18 a opposizioni(7 ai 5s,11 c.destra)

NAPOLI, 22 SET – In attesa dei riparti, si va delineando la composizione del prossimo Consiglio regionale dove resta in ballo un seggio conteso tra centrodestra e Movimento Cinque Stelle. I due schieramenti devono dividersi i 18 seggi assegnati all’opposizione dopo che la maggioranza di Vincenzo De Luca si è accaparrata il massimo di 32 seggi. L’ipotesi più accreditata è che alla fine 11 seggi vadano alla coalizione di Stefano Caldoro e 7 al M5s. In attesa dei calcoli ufficiali, spicca comunque il dato che il calo di voti dell’8% porta ai pentastellati lo stesso numero di seggi ottenuti in occasione delle elezioni del 2015. La coalizione di centrodestra chiude con il 17.22% mentre il M5s si attesta sul 12,23%. Il calo più consistente nel numero dei seggi lo registra il Pd che passa dai 15 consiglieri eletti nella scorsa legislatura agli otto che avrà in questa: 4 gli eletti a Napoli con Mario Casillo recordman di preferenze (oltre 42mila). Con lui ce la fanno Loredana Raia, Bruna Fiola e Massimiliano Manfredi, e un eletto in ognuno delle altre province campane. Fuori allo stato il presidente uscente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio.
    Nella maggioranza 6 seggi andranno alla lista De Luca presidente, 2 a Campania Libera. Buon successo all’esordio di Italia Viva, che prende quattro seggi, mentre due consiglieri vanno a Noi Campani. Con il 3,8% la formazione che fa capo al sindaco di Benevento Clemente Mastella elegge due consiglieri regionali. Due seggi anche per Fare Democratico-Popolari che fa capo a Ciriaco De Mita. E due seggi anche per Centro Democratico. Due seggi anche per i Liberal democratici. Per il resto un seggio a Europa Verde per Francesco Borrelli, uno al Psi, uno a Davvero Verdi. Nel campo delle opposizioni tra i Cinquestelle sono certi della rielezione, oltre a Valeria Ciarambino, gli uscenti Saiello, Muscarà e Cirillo. Nel centrodestra tre seggi alla Lega, tre a Forza Italia. Tra i Fratelli d’Italia conquistano uno scranno in Consiglio Marco Nonno e Michele Schiano. Guiderà la pattuglia Stefano Caldoro.Resta fuori un veterano come Ermanno Russo (FI)

Di Maio, alle Comunali del 2021 con un altro schema di gioco

‘Le Regionali andavano organizzate diversamente’

NAPOLI, 22 SET – “Ho sempre detto che queste Regionali andavano organizzate diversamente ma lasciatemi fare i complimenti a tutti i candidati presidente, a Valeria Ciarambino, qui in Campania”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, parlando con i giornalisti a Pomigliano d’Arco (Napoli), a margine di un incontro elettorale del candidato sindaco Gianluca del Mastro, sostenuto da M5S e Pd. “Guardiamo al 2021, per le Comunali – ha proseguito – con un altro schema di gioco, che sono le Comunali di tanti capoluoghi”.
    Per l’appuntamento elettorale del 2021 “dobbiamo fare un tavolo nazionale per mettere insieme le forze della coalizione di governo”:). “Questo si deciderà nel Movimento – ha aggiunto – adesso una cosa alla volta. Ora lavoriamo ai ballottaggi in tutta Italia”

Dati definitivi:De Luca al 69,48%.Pd primo partito al 16,90%

Caldoro (c.destra) a quota 18,06%, per Ciarambino (M5S) il 9,93%

NAPOLI, 22 SET – I dati definitivi (5827 sezioni su 5827) indicano che il governatore uscente Vincenzo De Luca vince le Regionali in Campania con il 69,48 per cento; Stefano Caldoro (centrodestra) raggiunge il 18,06% mentre Valeria Ciarambino (M5S) si attesta al 9,93 per cento. Per quanto riguarda le liste il Pd è il primo partito con il 16,90% (8 seggi), seguito dalla lista De Luca Presidente con il 13,30% (6), Italia Viva al 7,37% (4). Nel centro destra il primo partito è Fratelli d’Italia che raggiunge il 5,98% (4), seguito dalla Lega al 5,65% (3) e quindi da Forza Italia al 5,16 (2). Il Movimento 5 Stelle raggiunge il 9,92 per cento (7 seggi). 

Scuola:a Napoli per sedi seggi apertura il 28 settembre

A breve ordinanza del sindaco de Magistris

NAPOLI, 22 SET – A Napoli le scuole di ogni ordine e grado che sono state sede di seggi elettorali apriranno lunedì 28 settembre e non il 24, data fissata nella Campania. Lo apprende l’Ansa. Il sindaco, Luigi de Magistris, a breve firmerà un’ordinanza che fa slittare di qualche giorno l’avvio dell’anno scolastico per gli studenti dei plessi utilizzati per le elezioni.

Regionali: a Napoli calo affluenza,alle 12 al voto il 10,39%

Nelle precedenti consultazioni era del 12,42

NAPOLI, 20 SET – In calo l’affluenza al voto a Napoli per le elezioni regionali. Secondo i dati forniti dal Comune, alle 12 aveva votato nelle 884 sezioni il 10,39% degli elettori contro il 12,42% delle precedenti consultazioni del 2015.
    Del 10.98% l’affluenza per il referendum contro il 14,98% di quello del dicembre 2016