Porti:Napoli;Clemente (Cnr),idea visione parta da conoscenza

‘Politica ascolta ma spesso segue soluzioni a breve termine’

NAPOLI, 28 SET – “Da Napoli parte l’idea di sollecitare delle visioni per il futuro della città, non fermarci a quello che vedremo noi ma ai nostri figli. Una prospettiva di lungo termine si può fare solo con la convergenza dei diversi attori”. Lo ha detto Massimo Clemente, direttore del Cnr Iriss e direttore scientifico di Rete, a margine della prima giornata della Naples Shipping Week a Napoli, parlando dei progetti che sono stati lanciati nel convegno inaugurale.
    “Serve che questa visione – ha detto – sia tracciata dalla conoscenza e in questo senso pensiamo a un polo di ricerca di alta formazione e cultura dentro il porto di Napoli con i soggetti presenti oggi”. Al convegno inaugurale hanno partecipato, tra gli altri, il presidente dell’Adps Pietro Spirito, il direttore marittimo della Campania e Comandante del Porto di Napoli, ammiraglio Pietro Vella, Luigi Nicolasi, coordinatore del comitato tecnico scientifico della Fondazione Idis, Ennio Cascetta, presidente della Metropolitana di Napoli, e Paolo Giulierini, direttore del Mann. “Non vedo una distanza – ha sottolineato Clemente – della politica dai progetti, ma una difficoltà della politica nel seguire. Io rappresento la Città Metropolitana nell’autorità portuale, il sindaco de Magistris segue con attenzione quello che accade nel porto così come la Regione Campania anche in questo momento di transizione. E infatti la collaborazione con le istituzioni è emerso nel disegno di legge della Regione in cui su proposta dell’Autorità di Sistema è stato inserito una articolo specificazione sulla coopianificazione del rapporto porto-città, tesa a snellire quel nodo che si pone quando vengono prese doppie decisioni. I problemi ci sono e dobbiamo dobbiamo proporre soluzioni di visione, i politici purtroppo sono sempre impegnati nella soluzione di problemi a breve termine”

Non indossavano la mascherina, multe a Napoli

Polizia è intervenuta per segnalazioni assembramenti davanti bar

 NAPOLI, 28 SET – Multe, a Napoli, per assembramenti e mancato uso della mascherina.
    Le sanzioni sono scattate la notte scorsa in via Mezzocannone dove gli agenti del Commissariato Decumani e dell’Ufficio Prevenzione Generale, sono intervenuti per segnalazioni di assembramenti in strada e musica ad alto volume.
    Una volta sul posto i poliziotti hanno visto numerose persone che sostavano presso un bar e hanno sanzionato 5 di esse per il mancato rispetto del distanziamento sociale e perché non indossavano la mascherina.

Coronavirus: Genoa choc, 14 positivi

Preziosi all’ANSA: “coinvolti tra giocatori, staff e medici”

ROMA, 28 SET – Genoa choc: 14 tesserati della squadra rossoblù sono infatti positivi al Coronavirus. Lo dice, al telefono con l’ANSA, il presidente del club Enrico Preziosi.
    “Si tratta di 14 persone – aggiunge Preziosi – tra calciatori, staff e medici. A breve una nota della società chiarirà tutti i dettagli”.
    E infatti poi il Genoa ha diffuso un comunicato in cui specifica che “dopo gli accertamenti odierni il numero di tesserati positivi a Covid-19 è salito a quattordici tesserati tra componenti team e staff. La Società ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore e informato le Autorità per le procedure correlate. Il Club fornirà prossimi aggiornamenti dettati dall’evoluzione”.
    Viene anche precisato che tra i 14 casi segnalati ci sono quelli già noti di Mattia Perin e Lasse Schone. Gli altri nomi non sono stati resi noti. Ieri il Genoa ha perso 6-0 al San Paolo contro il Napoli, mentre il suo prossimo impegno sarebbe (ora il condizionale è d’obbligo) quello di sabato al Ferraris contro il Torino.

Superbonus: Amitrano (M5s), a Napoli è a rischio

‘Licenze edilizie in locali inagibili’,annunciata interrogazione

NAPOLI, 27 SET – “L’accesso all’archivio del Comune di Napoli che custodisce le pratiche edilizie della città dal 1900 al 2010 è interdetto, e la misura che prevede la detrazione al 110% sulle spese sostenute per chi intenderà effettuare interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici rischia di non potersi applicare”. E’ quanto evidenzia il deputato del M5S Alessandro Amitrano, il quale fa sapere che “è la stessa Amministrazione comunale, in risposta ad una richiesta di accesso agli atti sollecitata da un professionista, ad ammettere l’impossibilità di consentire la consultazione e l’estrazione delle pratiche necessarie per avviare l’iter burocratico previsto dalla normativa sul Superbonus edilizio”. Amitrano annuncia un’interrogazione parlamentare. “‘Per la visione dei fascicoli contenenti la pratica edilizia richiesta, trattandosi di atti archiviati in deposito – si legge nel documento del Comune del 21 settembre 2020 del quale riferisce Amitrano – si dovrebbe dare avvio alla ricerca manuale dei fascicoli depositati presso l’Archivio di Soccavo dove sono depositate le pratiche edilizie dal 1900 al 2010″‘. Ma il Servizio Archivio, con disposizioni del 2012 e del 2013, “ha sancito l’interdizione ai locali a seguito di ispezione Asl”.
    Successivamente, il Servizio Progettazione, Realizzazione, e Manutenzione del Patrimonio comunale, con una nota del marzo 2016, ha comunicato che l’intero fabbricato “adibito ad archivio” versa in uno stato tale da “non garantire le condizioni richieste in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro”. Pertanto, “non è temporaneamente possibile dare corso alla ricerca manuale”. Sottolinea Amitrano: “A meno di forzature che ricadrebbero interamente sulla responsabilità del tecnico chiamato dai privati a certificare la conformità edilizia ed urbanistica a Napoli le licenze edilizie non sono consultabili perchè conservate in locali inagibili. A chiunque lo richieda, il documento che attesta lo stato originale di un edificio non può essere prodotto. Senza la licenza edilizia, però, per il tecnico incaricato non è possibile verificare con il dovuto scrupolo l’esistenza di difformità o abusi edilizi del fabbricato”. 

Covid: De Luca, test obbligatori in aeroporto a Napoli

Per chi rientra dall’estero. Presidente, controlli rigorosissimi

Test obbligatori all’aeroporto Capodichino di Napoli per chi rientra dall’estero. Lo dispone l’ordinanza in via di pubblicazione firmata dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca. “Avendo riscontrato che nei giorni scorsi dagli aerei provenienti dall’estero atterrati a Capodichino (in particolare da Parigi, Lione, Barcellona, Francoforte) pochissimi passeggeri su diverse centinaia, si sono sottoposti al tampone volontario, nelle more che il Governo provveda al potenziamento delle strutture Usmaf di competenza del ministero della Salute, viene fatto obbligo con l’ordinanza a tutti i passeggeri di sottoporsi a test molecolare o antigenico”, si legge in una nota.
    “E’ necessario – dice De Luca – attivare controlli rigorosissimi per chi rientra dall’estero e in particolare dai paesi dove si sta registrando un notevole incremento di casi di positività. E’ indispensabile l’identificazione e l’esecuzione dei test, oltre la raccolta di tutti i dati informativi relativi ai passeggeri provenienti dall’estero con il coordinamento della competente struttura Usmaf. Non dovrà più ripetersi quanto si è verificato nel corso della scorsa settimana”. 

Sindaco Melito ferma lezioni, ‘personale da aree a rischio’

Stop fino a sabato 3 ottobre ma non esclude proroghe

 NAPOLI, 27 SET – Lezioni sospese fino a sabato 3 ottobre a Melito (Napoli): lo ha deciso il sindaco Antonio Amente, non solo per la situazione dei contagi in città. Spiega il primo cittadino su Facebook: “La situazione in città, seppur non preoccupante dal punto di vista delle condizioni di salute (soltanto due dei contagiati melitesi hanno sintomi), è numericamente rilevante. Inoltre il corpo docente ed il personale scolastico presente nei nostri istituti proviene da città dove il picco di Covid in queste settimane è particolarmente rilevante”. Da qui la decisione di sospendere le lezioni, “per tutelare la salute di tutti gli studenti e tranquillizzare i genitori sempre più preoccupati da questa nuova ondata di Coronavirus”.
    “Nel corso della prossima settimana monitorerò costantemente la curva dei contagi in Campania e nella nostra città per un’eventuale proroga della sospensione”, conclude Amente.

Coronavirus: in Campania 245 positivi, zero decessi

5539 i tamponi esaminati. 136 le persone guarite

NAPOLI, 27 SET – Sono 245 le persone risultate positive al Coronavirus in Campania nelle ultime 24 ore su 5539 tamponi esaminati. E’ quanto rende noto l’Unità di crisi della Regione Campania.
    Ad oggi il totale dei positivi è pari a 11.874 su 578.480 tamponi. Non si sono regisrati decessi (il totale ad oggi è di 460 persone) mentre ci sono 136 persone che risultano guarite (il totale è di 5.824)

Maltempo: a Sarno scattano evacuazioni dopo smottamenti

Centinaia di persone via da casa a scopo precauzionale

SALERNO, 27 SET – È scattata l’evacuazione per le famiglie che risiedono in una parte del centro storico e in via Bracigliano a Sarno (Salerno). Il provvedimento si è reso necessario in seguito agli smottamenti avvenuti nel pomeriggio che hanno portato a valle fango e detriti. Centinaia le persone che dovranno lasciare, a scopo precauzionale, le proprie abitazioni.
    Il sindaco Giuseppe Canfora ha subito messo in moto la macchina dei soccorsi, coordinata dal Centro Operativo Comunale e che vede in campo forze dell’ordine, protezione civile e polizia locale. L’allarme è scattato intorno alle 17 in seguito alle abbondanti precipitazioni cadute sulla provincia di Salerno. A Sarno, comune che nel 1998 fu colpito da una tragica frana, la pioggia ha provocato smottamenti che sono venuti a valle dalla collina recentemente colpita da un vasto incendio. “Stiamo sulle terribili conseguenze degli incendi”, ha scritto sui social il primo cittadino, annunciando l’inizio dell’evacuazione.
    “Agevolare le operazioni di soccorso, supporto ed evacuazione.
    Non sostare lungo le strada interessate con le auto”. La scuola Baccelli resterà aperta per l’accoglienza. Tutte le altre scuole, invece, nella giornata di domani resteranno chiude per l’allerta maltempo. 

Serie A: Napoli-Genoa 6-0

Azzurri a valanga, primato in classifica ma Insigne si ferma

NAPOLI, 27 SET – Il Napoli ha travolto il Genoa 6-0 in uno dei posticipi della seconda giornata della Serie A.
    Goleada per la squadra di Gattuso, per ora prima in classifica.
    In gol due volte Lozano e poi Zielinski, Mertens, Elmas e Politano. Lorenzo Insigne è uscito per infortunio e rischia di non essere a disposizione per la sfida con la Juve di domenica prossima.

Maltempo: Comune Napoli, domani scuole aperte

Restano chiusi parchi cittadini e cimiteri

 NAPOLI, 27 SET – Scuole aperte domani Napoli. Lo rende noto il Comune.
    “L’Unità di crisi del Comune di Napoli ha seguito e monitorato per tutto il pomeriggio, coordinata dal sindaco de Magistris con gli assessori e i Dirigenti competenti, la situazione dell’evolversi delle condizioni meteo in città, alla luce del nuovo bollettino di allerta Gialla valido dalle 06:00 di lunedì 28 settembre 2020 alle 06:00 martedì 29 settembre 2020 con i seguenti fenomeni previsti: precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o temporale, in attenuazione in serata.
    Venti occidentali localmente forti con raffiche. Mare agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte – si legge in una nota – L’Unità di crisi, nel rammentare che con la precedente ordinanza di ieri è già prevista la chiusura di parchi e cimiteri cittadini per lunedì 28 settembre, ha ritenuto di non procedere a proporre alcuna ordinanza per la chiusura delle scuole cittadine di ogni ordine e grado sia pubbliche che private, chiaramente invitando la popolazione tutta ad attenersi alle norme comportamentali di prudenza e cautela previste in caso di avviso di allerta meteo per rischio idrogeologico e raffiche di vento”.