Droga: sequestrata piantagione, 300kg di cannabis

Nel Napoletano Gdf individua 50 piante, un arresto

NAPOLI, 10 SET – Cinquanta piante di “cannabis indica”, del peso complessivo di circa 300 kg, sono state sequestrate dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, in collaborazione con il Reparto Operativo Aeronavale, a Marano (Napoli), in località Torre Dentice, La scoperta è stata effettuata in un fondo agricolo, sequestrati un casolare, il terreno di 3000 metri quadrati sul quale venivano coltivate le piantagioni e gli attrezzi utilizzati per la potatura, l’irrigazione e l’essiccamento della sostanza stupefacente. Arrestato un 62enne di Marano di Napoli, sorpreso mentre stava curando proprio la parte del fondo riservata alla piantagione di marijuana.

Omicidio De Paola, in carcere presunto colpevole

(v. “Ucciso nell’ Avellinese…..” delle 12:59)

AVELLINO, 09 SET – E’ stato trasferito in un carcere della Campania il 31 enne sospettato dell’omicidio di Orazio De Paola, il 58 enne boss del clan Pagnozzi, ucciso con cinque colpi di pistola sparati da distanza ravvicinata nella tarda mattinata di ieri a San Martino Valle Caudina (Avellino).
    Il giovane era stato fermato nella tarda serata di ieri in autostrada nei pressi del casello di Roma nord. Era a bordo di un’ auto insieme ad alcuni suoi familiari. Il decreto di fermo emesso dalla Procura della Dda di Napoli è stato eseguito dai carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Avellino.
    La posizione del giovane, residente nel Comune irpino, sarebbe stata aggravata dalle immagini riprese nella zona dell’agguato dalle telecamere di videosorveglianza e di alcune attività commerciali, ma anche per un violento diverbio che il presunto omicida avrebbe avuto con De Paola nei giorni precedenti il delitto.

Mette in salvo i tre fratelli dalle fiamme ma lei muore per asfissia

La vittima è una cinquantenne, la tragedia nel Beneventano

E’ riuscita a mettere in salvo i suoi tre fratelli, uno dei quali affetto da disabilità, ma poi, sopraffatta dal fumo dell’incendio sviluppatosi in casa, una donna cinquantenne è morta per asfissia. La tragedia è avvenuta intorno alle 4,30 in un’abitazione di Dugenta, in provincia di Benevento.

 Patrizia Napolitano, 49 anni, è il nome della vittima. In seguito ad un incendio in casa, sviluppatosi con ogni probabilità a causa di un corto circuito del frigorifero, la donna ha dato l’allarme ai tre fratelli con i quali viveva. Uno di loro è uscito subito di casa alla ricerca di aiuto, mentre la donna insieme all’altro fratello è riuscita a portare al sicuro un terzo fratello, cieco.

    Poi – stando al racconto dei sopravvissuti – la donna è rimasta intrappolata in casa, probabilmente svenuta per le forti esalazioni da fumo che l’hanno portata alla morte. La salma è stata trasportata presso l’obitorio dell’ospedale “San Pio” di Benevento per l’esame autoptico disposto dal magistrato di turno, mentre l’abitazione è stata sottoposta a sequestro.

All’Istituto tumori Napoli hostess in aiuto pazienti

Direttore generale, in periodo pandemia serve ulteriore aiuto

NAPOLI, 10 SET – Hostess all’istituto nazionale tumori Pascale di Napoli per fornire informazioni ai pazienti.
    Ad oggi sono cinque, ma nei prossimi giorni ne arriveranno altre quattro. Nella hall del day hospital, e nei prossimi giorni anche nei due ingressi della palazzina degenze, sono a disposizione del pubblico con informazioni e notizie sul funzionamento dell’ospedale e la localizzazione delle varie attività.
    Sono Maddalena, Teresa, Martina, Federica e Claudia ad inaugurare questa esperienza. Tutte ragazze tra i 20 e i 22 anni. Accolgono i pazienti in fila per il triage, si prendono cura di loro, danno informazioni, accompagnano quelli che hanno maggiori difficoltà, aiutano nel pagamento del ticket. Le hostess vengono seguite dal direttore medico di presidio dell’Istituto, Stefania D’Auria.
    E così chi arriva in un ospedale, generalmente in ansia per sé o per un familiare, e spesso bisognoso di chiarimenti o di essere indirizzato o accompagnato, potrà contare su un aiuto. “Il Progetto Accoglienza del Pascale è nato proprio per questo – dice il direttore generale, Attilio Bianchi – Vogliamo offrire un supporto in più ai nostri utenti in questo periodo così particolare di pandemia che ha ulteriormente aggravato le condizioni psicologiche di chi purtroppo è colpito da una malattia oncologica”

De Laurentiis positivo al Covid 19

L’annuncio sul sito del Napoli

NAPOLI, 10 SET – Il presidente del Napoli, Aurelio de Laurentiis, è positivo al Covid 19: lo conferma il tampone eseguito ieri. La notizia viene data dal sito ufficiale e dai social del club.

Mostre: personale ‘Passione materica’ di Raffaele Ferrante

Dal 15 settembre al 6 ottobre al Maschio Angioino

NAPOLI, 08 SET – La personale di Raffaele Ferrante, volto noto del trio comico “I ditelo Voi”, che ha ottenuto un successo dietro l’altro in tv nel programma “Made in Sud”, a teatro ed al cinema, è frutto dell’ispirazione che nasce dall’osservazione quotidiana e dalla intima perlustrazione nell’inconscio. Venticinque opere, realizzate tra la fine del 2018 ed il 2020, di cui oltre la metà inedite, saranno in esposizione dal 15 settembre al 6 ottobre 2020 nelle Sale della Corte del Maschio Angioino di Napoli.
    Il connubio tra ispirazione classica e suggestioni contemporanee caratterizza l’esposizione di Raffaele Ferrante, che ama plasmare differenti materiali densi e pastosi attraverso varie tecniche. «Spesso chi osserva i miei quadri esprime la tentazione di toccarli, tanta è la materia che amo plasmare – dichiara l’artista – Io incito a toccare le mie opere. Mi piace che ci sia interazione tra la mia arte e l’osservatore». Ferrante spazia dai colori ad olio alla lucentezza e pastosità degli smalti, fino agli acrilici, dai supporti su tela al plexiglas in una sperimentazione che non perde di vista l’intenzione figurativa. Dopo Benevento e Cava de’ Tirreni, giunge alla terza – ma non ultima – tappa la mostra itinerante “Passione materica”, a cura di Augusto Ozzella e Barbara Melcarne, organizzata dalla Associazione culturale CosmoArt in collaborazione con l’Assessorato al Turismo e Cultura del Comune di Napoli.
    «Nel suo essere artista Raffaele Ferrante fa confluire tutta la sua cultura e la nota umoristica che lo accompagna nel percorso di vita e professionale – dichiara l’organizzatore Ozzella – La sua arte è partecipazione ed esigenza di condivisione. I riferimenti a Napoli, ai grandi del passato, e la voglia di plasmare la materia per rendere un’idea in concetto sono gli elementi che mi hanno portato a condividere l’arte di questo eclettico artista multidisciplinare». L’esposizione, ad ingresso gratuito, è aperta al pubblico dal lunedì al sabato dalle 8:30 alle 17.

Costumi e giocattoli di Halloween sequestrati a Napoli

Operazione dei Carabinieri,scoperte anche mascherine non a norma

NAPOLI, 08 SET – A un mese e mezzo dalla festa di Halloween, un ingrosso in Via Carlo di Tocco, gestito da un 36enne di origini cinesi, è stato ispezionato dai carabinieri della stazione forestale di Napoli. Oltre 3600 gli articoli per feste sequestrati perché potenzialmente dannosi per la salute: piatti in carta, bicchieri, posate in plastica e cartone.
    Sequestrati anche 1000 costumi di halloween per bambini e 1500 giocattoli a forma di zucca di halloween perché sprovvisti delle indicazioni di pericolosità e della certificazione CE.
    In vendita all’ingrosso anche 4mila mascherine FFP2 senza alcuna certificazione di qualità e conformità e conservate in un magazzino in pessimo stato igienico. Stoccati in magazzino come rifiuti oltre 6mila imballaggi di cartone, il cui registro di carico e scarico è risultato assente.
    L’imprenditore 36enne è stato denunciato per frode in commercio e sanzionato per oltre 4500 euro.

Terra Fuochi:rogo a Caserta,fiamme alte e aria irrespirabile

A fuoco folta vegetazione, intervento dei vigili del fuoco

CASERTA, 08 SET – Un incendio si è sviluppato a Caserta nella folta vegetazione che costeggia viale Borsellino e via Falcone, a pochi decine di metri dal Comando dei Vigili del Fuoco; si tratta di una zona periferica in cui ci sono però numerose abitazioni e supermercati. Tra l’erba alta, anche rifiuti abbandonati hanno preso fuoco; le fiamme hanno lambito inoltre un grosso cartellone pubblicitario. L’aria è rimasta irrespirabile, rendendo difficile anche la visibilità e la circolazione delle auto, fin quando i pompieri non sono intervenuti. Dalla metà di agosto sono numerosi gli incendi di sterpaglie e rifiuti scoppiati nel capoluogo della Reggia.

Ucciso in strada nell’Avellinese boss del clan Pagnozzi

Principale referente clan dopo arresto capo cosca

AVELLINO, 08 SET – Un uomo di 58 anni è stato ucciso a colpi di pistola a San Martino Valle Caudina, in provincia di Avellino. Si tratta di Orazio De Paola, 58 anni, esponente di spicco del clan camorristico Pagnozzi, storicamente insediato in Valle Caudina e che da alcuni anni ha esteso le sue attività anche nel Lazio e a Roma. L’agguato è avvenuto in via Castagneto. Secondo gli investigatori, De Paola sarebbe divenuto il principale referente del clan dopo l’arresto del capo clan, Domenico Pagnozzi, detto O’ Giaguaro e di altri componenti della stessa famiglia. Sul posto sono arrivati in forze i carabinieri del Comando provinciale di Avellino.
    L’agguato teso a De Paola potrebbe significare la rottura della pax camorristica tra i clan che si contendono le attività criminali in provincia di Avellino 

Coronavirus: 249 positivi in Campania su 7900 tamponi

Esauriti tamponi arretrati rientri, stop screening obbligatori’

NAPOLI, 08 SET – Sono 249 le persone risultate positive al Coronavirus, in Campania, su 7900 tamponi esaminati.
    E’ quanto rende noto l’Unità di Crisi della Regione Campania.
    Dei 249 positivi, si spiega in una nota, 45 sono ‘casi di rientro’ (20 dalla Sardegna, 25 da Paesi esteri) e 16 contatti stretti di precedenti casi di rientro. “Con oggi sono da considerare esauriti i tamponi arretrati legati ai rientri dall’estero e da altre regioni – si sottolinea – Si conclude questa fase dell'”operazione filtro” del piano sicurezza e prevenzione messo in atto dalla Campania, unica regione d’Italia che dal 12 agosto scorso ha reso obbligatorio lo screening per chi rientra”.
    Ad oggi sono 8.377 il totale dei positivi su un totale di 467.131 tamponi. Zero i decessi registrati e 24 le persone guarite.