Tragedia Solfatara: parla la difesa, sentenza slitta al 2021

Oggi in Tribunale a Napoli arringhe dei legali di due imputati

NAPOLI, 12 NOV – E’ stata la volta degli avvocati difensori di due imputati, oggi, al processo in corso a Napoli sulla cosiddetta “strage della Solfatara”, il sito naturalistico di Pozzuoli (Napoli) dove il 12 settembre 2017 i coniugi veneziani Massimiliano Carrer e Tiziana Zaramella, e il loro figlioletto Lorenzo, persero la vita. Una tragedia per la quale sono stati rinviati a giudizio Giorgio Angarano, 73 anni di Pozzuoli, legale rappresentante della “Vulcano Solfatara srl”, e cinque soci della stessa: Maria Angarano, 75 anni di Pozzuoli, Maria Di Salvo, 70 anni, di Pozzuoli, l’omonima Maria Di Salvo, 41 anni, di Napoli, Annarita Letizia, 71 anni, di Pozzuoli, e Francesco Di Salvo, 45 anni, di Napoli.