Botti: ferita nel Napoletano, non proiettile ma scheggia

Corpo metallico di 17 mm penetrato tra naso e fronte

NAPOLI, 01 GEN – E’ stata ferita alla testa, durante i festeggiamenti di San Silvestro, da un corpo metallico che le si è conficcato tra fronte e naso: in un primo momento si era pensato a un proiettile vagante, ma i successivi accertamenti fanno pensare piuttosto a una scheggia, frutto dell’ esplosione di un botto.
    La donna di 52 anni, ferita a Mugnano (Napoli), è stata prima medicata all’ospedale di Giugliano e poi trasferita al Cardarelli.

Dalla radiografia emerge che la scheggia conficcatasi nel naso è lunga 17 millimetri, dimensione eccessiva per un colpo d’arma da fuoco: comunque avrebbe potuto provocare conseguenze molto gravi se fosse penetrata in un altro punto della testa.
    La donna, secondo quanto ricostruito dai carabinieri della locale stazione, è stata raggiunta dalla scheggia mentre si trovava in strada per depositare la spazzatura. Il corpo metallico verrà successivamente estratto con un intervento chirurgico.