Covid: sfrattato malgrado “Milleproroghe”, giudice sospende

A Napoli decisione “correttiva” dopo via libera all’esecuzione

– NAPOLI, 02 FEB – Il Tribunale di Napoli ha sospeso, “inaudita altera parte”, il provvedimento di sfratto che lo stesso Tribunale aveva comminato, lo scorso 18 gennaio, a un imprenditore napoletano il quale, a causa della pandemia, non era riuscito a pagare il pigione di un immobile.
    Com’è noto, il cosiddetto decreto Milleproroghe approvato lo scorso 31 dicembre prevede la proroga della sospensione dell’esecuzione dei provvedimenti di sfratto per morosità fino al prossimo 30 giugno mentre la sentenza rendeva esecutivo lo sfratto entro il 16 febbraio 2021.


    A presentare appello contro la decisione adottata dall’Autorità Giudiziaria sono stati gli avvocati Catia La Torraca e Amedeo Di Pietro, legali dell’ imprenditore, titolare di una società che si occupa di informatica.
    Gli stessi avvocati avevano presentato anche un ricorso al Consiglio Superiore della Magistratura