Cinema: ciak per Dodici Repliche, il Vizietto a Napoli

Opera prima di Gianfranco Gallo

ROMA, 22 MAR – Al via le riprese di “Dodici Repliche” l’opera prima di Gianfranco Gallo, attore di teatro, cinema, tv. Il film, prodotto da Max adv in partnership con Gesco, Silver prince, An.tra.cine e Umberto Cristiano, si incentra sulla storia, ambientata nel 2016, di Andrea Michelini alias Gianfranco Gallo, apprezzato artista che sta per debuttare in teatro per le ultime “dodici repliche” di uno spettacolo di successo dal titolo “Banana Blu”, una versione napoletana de “La Cage aux folles”, scritto dallo stesso Michelini, giunto alla sua quinta stagione. Accanto ad Andrea, che tutti chiamano alla francese “Gigi”, denominato per l’occasione “Butterfly”, in scena c’è il suo compagno di vita Rolando Spinelli (Gianni Parisi), nella commedia “Antoine”.
    Il teatro individuato per le ultime rappresentazioni è lo storico teatro “Garibaldi” di Santa Maria Capua Vetere sul cui palcoscenico gli attori interpretano la esilarante pièce.
    “Dodici Repliche” non vuol essere la versione cinematografica di uno spettacolo teatrale, ma è un’opera che intende rappresentare un momento storico-sociale molto significativo, quale il passaggio da un’omosessualità vintage durante la quale, per farsi accettare, si era costretti ad interpretare uno stereotipo che potesse essere gradito al costume di quel tempo, fino alla conquista dei diritti del movimento LBGBT attraverso la richiesta di pari opportunità e di normativa ad hoc. Accanto al “dramma” di “Butterfly” e di “Antoine” viene abilmente dipinta sullo schermo la vita complessa di una compagnia di teatro con i suoi vizi e le virtù. La scelta del cast effettuata dal regista è dettata dal desiderio di voler dare luce sul grande schermo agli artisti di teatro, tra i più colpiti dalla pandemia.
    Tra gli attori, accanto a Gianfranco Gallo oltre a Parisi figurano: Gianluca Di Gennaro, Roberto Azzurro, Elvis Esposito, Peppe Miale, Lisa Imperatore, Mariacarla Casillo. Da menzionare la partecipazione di Margherita Di Rauso e di Franco Iavarone.
    Le riprese negli angoli più pittoreschi della città di Napoli, Palazzo Raucci a Cardito (Napoli), il porto vecchio di Bacoli ed in primis il teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere.