Covid: solidarietà, iniziative dei ‘Figli del Vesuvio’

A Ercolano donate uova. A Pasqua incontro con senza fissa dimora

ERCOLANO (NAPOLI), 28 MAR – Circa 600 uova di Pasqua donate a bambini all’esterno della chiesa oltre a consegne a domicilio ai più piccoli colpiti da covid: così l’associazione culturale ‘I Figli del Vesuvio’ è vicina ai più bisognosi anche nel periodo della crisi pandemica. Oggi all’esterno della Basilica di S. Maria a Pugliano a Ercolano (Napoli) i volontari hanno distribuito uova pasquali e annunciato iniziative per la domenica di Pasqua ”La mattina del 4 aprile saremo alla stazione di piazza Garibaldi a Napoli e porteremo una colazione ai senza fissa dimora” dicono il presidente Mario Uliano e il vice presidente Nicola Formisano. ”Già seguiamo loro con la consegna di coperte, abiti, indumenti e cibi caldi grazie al valido contributo di imprenditori e di amici dell’associazione che ci sono vicini, compresi i tanti giovani che ci aiutano e che sono responsabili di queste attività”. Ogni venerdì l’associazione ‘I Figli del Vesuvio’ dona 100 pasti ai senza fissa dimora presenti in stazione a piazza Garibaldi che ringraziano con un sorriso. L’idea di mettere su ”I Figli del Vesuvio” è nata durante la pandemia per venire in aiuto e soccorso a chi era in difficoltà e non riusciva a cibarsi. Dal 27 luglio è stata costituita l’associazione con un approccio verso svariate tematiche: dall’ accoglienza dei turisti, alla promozione del territorio, passando poi dall’ organizzazione di eventi culturali ed eventi a scopi di beneficienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *