Vaccini: Napoli, campagna senza soste a Pasqua e pasquetta

Chiude solo Museo Madre. Asl Napoli 3 anche in centri dialisi

NAPOLI, 03 APR – Le vaccinazioni proseguono a ritmo sostenuto a Pasqua e nel lunedì in albis in tutte e tre le Asl di Napoli e della provincia. Nel capoluogo tre dei quattro hub vaccinali restano operativi, mentre solo il Museo Madre chiude per i due giorni di festa.

D omani alla Mostra d’Oltremare, che ora ha 27 box vaccinali invece di 15, sono stati convocati 1.600 over 80, mentre alla Stazione Marittima sono attesi 500 cittadini sopra i 70 anni e alla Fagianeria di Capodimonte circa 560 caregiver. Lunedì in Mostra ci saranno circa 300 cittadini over 80 per i richiami e 1250 fragili, mentre alla Stazione Marittima 500 cittadini dai 70 ai 79 anni e alla Fagianeria 560 caregiver.
    L’Asl Napoli 2 lascia aperti e operativi tutti i centri vaccinali del vasto territorio della Provincia che comprende grandi centri come Giugliano, Pozzuoli, Acerra, Caivano e Quarto. Convocazioni regolari per tutte le categorie e ringraziamento dell’Asl all’impegno di infermieri e medici nel non tirarsi mai indietro anche nei giorni di festività. Anche l’Asl Napoli 3 lascia aperti tutti i centri vaccinali, effettuando anche le somministrazione nei centri dialisi accreditati per i pazienti che potranno vaccinarsi lì, nei luoghi che già conoscono per le loro abituali cure.
    Confermato intanto l’arrivo previsto delle nuove dosi: dopo le 34.500 dosi di Moderna, giunte due giorni fa, domani è la volta di 122.000 dosi di Astrazeneca, mentre lunedì e martedì arriveranno 107.000 dosi di Pfizer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *