Metrò Napoli: slitta ancora entrata in servizio nuovi treni

Sindacati, necessarie modifiche. Rinvio anche per stazione Duomo

NAPOLI, 22 GIU – E’ saltata anche la data di giugno per la messa in servizio dei nuovi treni del Metrò linea 1 di Napoli. Problemi tecnici e burocratici continuano a tenere fermi in deposito i nuovi convogli – cinque quelli consegnati finora ad ANM dalla impresa CAF di Bilbao – mentre i treni in servizio, realizzati negli anni ’90,sono ormai ai limiti della resistenza. Il primo dei 20 treni commissionati in Spagna è stato consegnato all’ ANM il 9 marzo 2020. “Per giugno potranno cominciare a funzionare” aveva annunciato il 21 aprile l’ ingegnere Serena Riccio, dirigente del servizio linea 1 della Metropolitana di Napoli. In precedenza, il vicesindaco Carmine Piscopo aveva indicato per aprile la data di avvio dei nuovi treni. “C’ è un problema tecnico di tenuta della rete – dice il segretario della Faisa Cisal, Francesco Falco – rispetto all’ assorbimento di energia dei nuovi treni, che è maggiore di quello che la rete riesce a reggere, e c’ è un problema nell’ apertura delle porte. Quando potrebbero cominciare a funzionare i nuovi treni ? “Non c’è una data, ci sono problemi da risolvere e l’ ANM, che ha subito dal Comune un taglio di 10 milioni nel contratto di servizio, ha una gestione deficitaria. Il sindaco De Magistris aveva promesso che i trasporti di Napoli sarebbero diventati come quelli del Giappone, ma ha sbagliato Paese, forse voleva dire il Congo”. “I treni arrivati a Napoli – dice Fabio Cuomo, vicesegretario regionale di ORSA – devono essere modificati nel sistema di apertura delle porte, diversamente l’ USTIF non rilascerà la certificazione di idoneità. Siamo fortemente preoccupati. Se l’ azienda non riuscirà a mettere in funzione almeno due dei nuovi treni per settembre – cosa molto difficile – alla ripresa delle scuole per la Linea 1 sarà il collasso. Oggi si va avanti con 6 treni in funzione”. Nuovo rinvio anche per l’ apertura della Stazione Duomo, pure annunciata per giugno. I lavori della stazione, in Piazza Nicola Amore, sono cominciati nell’ anno 2000. Per i sindacati , con le ferie del personale, un’ apertura in piena estate è improbabile. Ma fonti interne di ANM parlano di una possibile apertura a luglio, tenendo conto anche della campagna elettorale per le comunali.