Ai domiciliari per atti persecutori, evade per minacciare ex

A Giugliano anche altro caso, uomo incendia auto ex moglie

 NAPOLI, 26 GIU – Due casi di violenza sulle donne, a Giugliano in Campania. Un 38enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, ha violato i domiciliari ai quali era stato sottoposto per atti persecutori nei confronti dell’ex compagna, e si è presentato proprio a casa della donna rivolgendole insulti e minacce.

I Carabinieri lo hanno bloccato e arrestato.
    Nel secondo caso a finire in manette è stato un 25enne del posto ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti verso famigliari e incendio.
    L’uomo, da tempo, aveva posto in essere diverse condotte violente nei confronti della donna dalla quale si sta separando, arrivando più volte a picchiarla con schiaffi e pugni. I militari, nel corso delle indagini, hanno inoltre scoperto che l’uomo l’8 e il 9 giugno scorsi ha forato le quattro ruote dell’auto della ex moglie e, a distanza di poche ore, l’ha anche incendiata distruggendola completamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *