Napoli:Wwf, qui record impianti fotovoltaici non funzionanti

Indagine sui 26 siti del Comune,solo 11 allacciati alla corrente

NAPOLI, 21 LUG – La città di Napoli ha il record di impianti fotovoltaici non funzionanti. E’ quanto emerge dal monitoraggio effettuato dal Wwf Napoli a seguito di un’indagine avviata a giugno 2021 con una richiesta di informazioni volta a conoscere in che misura il capoluogo campano, spesso definito la città del sole, contribuisca con i propri impianti solari a ridurre le emissioni di anidride carbonica (CO2) e a contrastare i cambiamenti climatici.

Risultati che arrivano a 24 ore dall’apertura proprio a Napoli del G20 su ambiente ed energia.
    Per effettuare l’analisi, il Wwf ha richiesto per i 26 impianti fotovoltaici di proprietà del Comune di Napoli i dati circa la produzione di energia elettrica pulita (in Kilowatt-ore all’anno) e gli introiti (in euro) derivanti dal risparmio energetico prodotto e/o dalla vendita di tale energia. Il più grande impianto fotovoltaico cittadino si trova al mercato della Canzanella a Fuorigrotta.
    ”Questo impianto che è evidentemente abbandonato – ha detto Marina De Angelis, vicepresidente WWF Napoli – e invece se fosse funzionante potrebbe non solo energizzare tutto il mercato ma con uno cambio sul posto si potrebbe immettere la corrente nella rete e il Comune, in predissesto, potrebbe anche avere un introito”.
    L’associazione riferisce che ad oggi su 26 impianti sono allacciati a corrente soltanto gli 11 realizzati nelle scuole.
    Dal Wwf si evidenzia inoltre che il Comune ”non ha mai affidato l’incarico di energy manager, obbligatorio per legge” e che ”non ha un ufficio che si occupa della gestione dei propri impianti solari in grado, quindi, di comunicare se producono energia elettrica e quali risparmi ed introiti generino e di conseguenza se funzionano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *