Acqua:condotta rotta nel Napoletano; bypass ma ancora disagi

Sindaco Cardito, necessaria ispezione sull’intera linea

NAPOLI, 24 AGO – Continuano i disagi in diversi comuni del Napoletano e del Casertano dopo la rottura, avvenuta domenica scorsa, di una tubazione della condotta idrica regionale a Caivano (Napoli). Nonostante un bypass creato nella notte, infatti, molti cittadini di Afragola, Cardito e Casoria, lamentano ancora la scarsa pressione, soprattutto ai piani alti, e disagi nell’approvvigionamento. Il sindaco di Cardito, Giuseppe Cirillo, ha affermato che le riparazioni dovrebbero terminare in serata. ”Ma subito dopo è necessaria un’ispezione sull’intera conduttura – ha detto – sono stato diverse volte sul luogo dove è avvenuta la rottura, e la crepa era molto vasta. E’ indispensabile fare le dovute ispezioni per evitare che in futuro i cittadini vivano emergenze come quelle di questi giorni, in quanto simili episodi, seppure dovuti al caso, non devono ripetersi. La rottura ha comportato disservizi anche sull’acquedotto di San Clemente e diversi comuni anche del casertano sono senz’acqua. Grazie al by-pass realizzato in nottata, l’acqua è tornata a scorrere in molte abitazioni, anche se la pressione è molto bassa. Ci hanno detto che il guasto dovrebbe essere riparato definitivamente in serata”.
    A Cardito i cittadini hanno potuto rifornirsi di acqua grazie ad alcune autobotti dislocate sul territorio, così come avvenuto anche a Casoria, come spiegato da Salvatore Iavarone, consigliere comunale e coordinatore di Europa Verde per l’area Nord di Napoli.