Covid: chiude centro vaccinale in hangar Capodichino

Verdoliva, 260mila vaccini in 6 mesi. De Luca, virus c’è ancora

NAPOLI, 28 OTT – Chiude a Napoli il Centro Vaccinale che l’Asl Napoli 1 Centro, su indirizzo del Governo Regionale, ha realizzato nell’hangar Atitech di Capodichino e inaugurato lo scorso 2 maggio.

Una struttura, sottolinea l’Asl, “risultata fondamentale per la campagna vaccinale anti Covid-19 che in Campania ha portato a risultati eccellenti”. L’Hub, realizzato nell’hangar Avio 2 di Atitech messo a disposizione gratuitamente dal presidente Gianni Lettieri è stato un punto chiave per le somministrazioni ai napoletani, si sottolinea. “La Campania – ha detto il presidente Vincenzo De Luca – ha saputo rispondere all’emergenza con efficienza e organizzazione, dimostrando di non essere seconda a nessuno. Tuttavia il virus è ancora presente e pericoloso, non possiamo abbassare la guardia se vogliamo conservare il vantaggio acquisito. Ribadiamo quindi l’invito a vaccinarsi per chi non lo ancora fatto, e a prepararsi per la terza dose per chi è già vaccinato da oltre sei mesi”.
    “La scorsa settimana – ricorda il direttore generale dell’ASL Napoli 1 Centro Ciro Verdoliva – la struttura ha concluso la sua attività raggiungendo le 260.000 vaccinazioni somministrate in circa sei mesi.
    Questo centro vaccinale interaziendale è stato uno dei più grandi d’Italia, organizzato nei 10mila metri quadrati dell’hangar con l’impiego di 150 unità di personale ogni giorno, 14 box di accettazione, 32 box vaccinali e due locali attrezzati per il primo soccorso. Un grazie va a tutti coloro che hanno lavorato per rendere possibile questo risultato e, naturalmente, al presidente Gianni Lettieri che si è mostrato sin da subito estremamente sensibile concedendoci gratuitamente gli spazi”.