Vaccini:Asl Na1,da giovedì via a terza dose personale scuola

Senza prenotazione,è possibile recarsi negli hub e nei distretti

NAPOLI, 02 NOV – “Siamo pronti a partire già da giovedì 4 novembre con la somministrazione della terza dose ‘booster’ a tutto il personale scolastico e universitario che ha superato il sesto mese dalla seconda somministrazione”: così il direttore generale dell’ASL Napoli 1 Centro, Ciro Verdoliva, dopo l’indicazione del presidente della Regione Vincenzo De Luca per un piano straordinario di vaccinazione di massa da portare a termine già entro il mese di novembre.

Per l’ASL Napoli 1 Centro l’obiettivo sarà quello di somministrare circa 20mila dosi booster al personale scolastico e universitario – categoria a maggior rischio di esposizione all’infezione – al quale è già stata somministrata la seconda dose da almeno sei mesi. A partire da giovedì 4 novembre, il personale scolastico e universitario che lo vorrà potrà recarsi volontariamente nei centri vaccinali dell’Azienda Sanitaria con l’unico requisito di aver superato il sesto mese dalla seconda somministrazione.
    L’hub vaccinale della Mostra d’Oltremare e quello della Fagianeria di Capodimonte sono aperti tutti i giorni, domenica compresa, dalle 9 alle 18; il centro vaccinale dell’isola di Capri funziona il venerdì dalle ore 9,00 alle ore 16,00; è possibile anche recarsi presso i distretti sanitari della Asl, nei studi dei medici di medicina generale aderenti alla campagna e nelle farmacie che effettuano i vaccini. Nei prossimi giorni l’ASL Napoli 1 Centro invierà al personale scolastico e universitario – che abbia già maturato i sei mesi dalla seconda somministrazione – un sms di convocazione (specificando che l’adesione è volontaria), utilizzando i contatti comunicati al momento dell’adesione alla piattaforma regionale SINFONIA. Il personale sarà convocato per giornate, ma senza l’indicazione di una fascia oraria così da rendere meno impegnativa la presenza ad orari prestabiliti; in caso di assenza si potrà comunque accedere anche successivamente e liberamente nei centri vaccinali.
    Inoltre l’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Napoli e provincia e l’ASL Napoli 1 Centro, in collaborazione tra loro e grazie alla disponibilità offerta da numerosi medici volontari in pensione, hanno organizzato un numero verde a disposizione della cittadinanza, che fornisce riscontro a possibili quesiti di natura strettamente medico-scientifica, sulla base delle direttive fornite dai documenti elaborati dal Ministero della Salute, dall’I.S.S., dall’AIFA e dall’EMA.