Viaggiatori su bus e metro senza green pass o con documenti falsi, a Napoli denunce e controlli

Nel Napoletano denunciati viaggiatori che avevano green pass falsificati o regolari ma appartenenti ad altre persone. Centinaia di controlli su metro e bus

Viaggiatori denunciati per green pass falsi o regolari, ma appartenenti ad altre persone, centinaia di controlli sui mezzi pubblici in Campania. Le forze dell’ordine da ieri stanno presidiando fermate e stazioni di metropolitane e treni per individuare chi non ha la certificazione verde anti-Covid19, obbligatoria dal 6 dicembre per usufruire del servizio di trasporto pubblico. A Napoli i carabinieri ieri hanno controllato 207 persone alla fermata del metrò Linea 1 dei Colli Aminei, mentre alla Stazione di Chiaiano sono state 162 le persone sottoposte al controllo di verifica per il possesso del green pass.

A Pozzuoli i Carabinieri hanno controllato 9 esercizi commerciali e diverse persone negli scali dei mezzi pubblici. Controlli anche ad Ischia dove 80 persone sono state controllate. Al termine della giornata il dato risulta confortante, solo 2 sanzioni. Segno della risposta positiva da parte dei cittadini. Controlli che continuano anche oggi.

Nei comuni a Sud di Napoli, i carabinieri hanno effettuato un servizio a largo raggio tra Torre Annunziata, Torre del Greco, Castellammare e altre città. Sono state controllate 417 persone nei pressi delle stazioni della Circumvesuviana e degli autobus, 16 esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e 3 sale scommesse. Deferito un 48enne per falsa attestazione della propria identità in quanto utilizzava il green pass di un’altra persona, multati 3 utenti  del trasporto pubblico (2 a Torre Annunziata e 1 a Torre del Greco). Sanzionati anche 1 titolare di un sala scommesse per omesso controllo e 1 avventore perché privo di green pass.