Elezione presidente della Repubblica, il napoletano Maddalena è il più votato anche al secondo scrutinio

Al magistrato partenopeo 39 preferenze come il capo dello Stato uscente Sergio Mattarella

Si è concluso in serata anche il secondo scrutinio per l’elezione del presidente della Repubblica. Dalla votazione a scrutinio segreto, a cui hanno partecipato 976 grandi elettori, ancora una volta nessuno dei votati ha ottenuto la maggioranza dei due terzi dell’assemblea valida per le prime tre votazioni.

Ad ottenere il maggior numero di preferenze è stato anche quest’oggi, per il secondo giorno consecutivo, il magistrato napoletano Paolo Maddalena (39), a pari merito con il presidente uscente Sergio Mattarella. Diciotto i voti per il parlamentare Renzo Tondo, ex presidente del Friuli Venezia Giulia.

Non sono mancati anche stavolta voti singolari, come quello per l’ex portiere del Napoli Dino Zoff.

527 le schede bianche, 38 quelle nulle. Non essendo stato raggiunto il quorum di voti richiesto, il Parlamento in seduta comune è convocato per il terzo scrutinio a partire dalle ore 11,00 di mercoledì.