Rapina a mano armata nello storico girarrosto di Agnano, è caccia ai banditi

Come dimostrato daille immagini della videosorveglianza, sono tre i malviventi che hanno messo a segno il colpo venerdì sera. Proseguono le indagini

al 1984 un locale storico come il nostro a Napoli, non aveva mai avuto la spiacevole esperienza di subire una rapina”. Inizia così il post di Raffaele e Gennaro Moccia sui social, i titolari del notissimo girarrosto di Agnano La Capannina Rossa, che hanno denunciato – con tanto di video delle telecamere interne di sicurezza – la violenta rapina subita venerdì sera.

Nelle immagini si notano due malviventi probabilmente giovani o giovanissimi, entrambi dal volto travisato da cappellini, felpe con cappuccio e scaldacollo, uno dei due armato. Nel locale ci sono ancora dei clienti e i due agiscono con violenza minacciando titolari e clienti, e costringendo l’anziana donna alla cassa ad aprirla e consegnare loro l’incasso della serata. I due alla fine sono scappati in sella ad uno scooter sul quale li aspettava un terzo bandito.

I titolari: “Riaperti subito per voi tutti”

“Nonostante lo spavento (e le condizioni del periodo storico non aiutano di certo), noi siamo sempre carichi e portiamo avanti con onore e dignità la nostra attività di famiglia – proseguono e concludono Raffaele e Gennaro Moccia, ribadendo via social quanto avevano già spiegato e non di certo quest’episodio possa farci odiare questa città ma sappiamo bene quanto i napoletani ci amano. Infatti già da stasera saremo aperti per voi tutti. Grazie mille per l’affetto e la solidarietà che ci state già dimostrando in queste prime ore. Vi aspettiamo come sempre”.

I messaggi di solidarietà

Numerosi i messaggi di solidarietà ricevuti dai titolari. “Gente che lavora onestamente e deve subire questi soprusi”, scrive una cliente. Un’altra ancora: “Mi dispiace molto per quello che vi è accaduto. Purtroppo esistono anche i disonesti che tanta sfruttando il lavoro degli onesti cittadini. Vi auguro tanta serenità e tanti guadagni”. E ancora: “Solidarietà al massimo per voi…Ci vediamo presto per degustare i vostri buonissimi prodotti culinari”.