Non c’è pace per Tiziana Cantone, i suoi video privati sono ricomparsi online

Il video accompagnato da un messaggio sconcertante. È già partita la pratica per la sua rimozione

Morì nel 2016, dopo una lunga lotta perché i suoi filmati privati, finiti in rete, venissero cancellati per sempre. A distanza di anni non c’è ancora pace per Tiziana Cantone, la 33enne di Casalnuovo il cui caso ha avuto strascichi giudiziari ancora in corso. Quei video sono infatti ricomparsi – come riportato oggi dal Fatto Quotidiano – su di un sito americano.

Le immagini sono state ripescate probabilmente dal deep web, quindi montate e messe in rete accompagnate da una agghiacciante frase di presentazione: “Il video della defunta Tiziana, che si è suicidata dopo che il suo video è stato diffuso su Internet. Sono stati rimossi. Fino ad ora! Divertiti!”.

Il 13 settembre del 2016 Tiziana fu trovata impiccata a casa di sua zia. Si era trasferita lì con la madre Maria Teresa Giglio. Secondo questa, però, la ragazza non si era tolta la vita ma anzi era stata uccisa, ed è ancora aperto un fascicolo della magistratura per far luce sulla vicenda. L’Emme Team, gruppo di consulenti della famiglia, ha immediatamente contattato il portale di video porno (non tra i principali della rete) e avuto riscontro che la procedura di rimozione delle immagini incriminate avverrà in breve tempo. A caricare il filmato della ragazza napoletana sarebbe stata una società tedesca gestita da una donna.