Razzisti contro il murale di Jorit a Ischia, arriva la risposta dello street artist

I vergognosi commenti sono ad opera, pare, di studenti del liceo Buchner

Èdiventato un paradossale pretesto per prese di posizioni razziste, il murale che Jorit sta completando sulla facciata del liceo Giorgio Buchner di Ischia.

Un gruppo fascistoide, forse di studenti del posto, ha addirittura lanciato sui social l’hashtag “#noallanegrasulbuchner”. Un vergognoso attacco di cui si è accorto lo stesso street artist napoletano.

“Con le mie opere cerco di parlare di giustizia sociale, fine dei privilegi e pari opportunità per tutti – ha commentato la vicenda sui social Jorit – ma mi rendo conto che una parte del mondo è rimasta ancora al colore della pelle come discriminante. Il post che pubblico è comparso in una chat degli studenti e, fortunatamente, non siamo negli Usa, dove proprio questo lunedì, a Buffalo, un ragazzo di 18 anni, Payton S. Gendron, ha ammazzato 10 afroamericani solo perchè neri. Il tutto è stato trasmesso in streaming su una popolare piattaforma video, commentando a suon di stereotipi razzisti contro gli afroamericani”.

“A tutti i razzisti – ha concluso lo street artist – l’unica cosa che determina il valore di una persona è il cervello e voi lo tenete piccolo piccolo…”.