Brucia la Campania: in due mesi 399 incendi boschivi. I dati della Protezione civile

Sono stati 125 gli interventi effettuati con elicotteri regionali, mentre in 45 casi sono scattati i soccorsi aerei nazionali

Quello dei roghi è un problema che sta duramente investendo, in un’estate di caldo torrido come questa, una regione boschiva come quella campana.

Complessivamente, dal 15 giugno (data in cui è iniziato il periodo di massima suscettività incendi) ad oggi sono 399 gli incendi boschivi che hanno riguardato il territorio regionale che sono stati tenuti sotto controllo e spenti con il coordinamento della Protezione Civile della Campania.

A renderlo noto è sta la Regione.

Gli interventi

Dei 399 roghi, sono stati 125 quelli per i quali si è agito con i sette elicotteri del servizio regionale oltre che con le squadre dell’Antincendio boschivo e i volontari da terra. Sono stati 45 invece quelli per cui è stato necessario anche l’intervento di mezzi aerei dello Stato.

Complessivamente, 184 le missioni degli elicotteri regionali che hanno effettuato quasi 6mila lanci. Molti di più, esattamente 575, gli interventi che hanno riguardato principi di incendio e incendi di vegetazione non boschiva. Circa 2mila gli uomini impegnati complessivamente per lo spegnimento. L’emergenza, visto il caldo di questi giorni, è ancora lontana dall’essere alle spalle.