L’Inps batte cassa: ecco cosa succederà ai professionisti

Sotto l’albero di Natale dei professionisti arrivano le sanzioni al 30% per chi non avesse compilato il quadro RR (che riguarda i contributi previdenziali) e si fosse dimenticato di versare i contributi per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi del 2017: lo fa sapere l’Inps con il messaggio numero 4413 del 2022, l’Ente sta inviando anche le comunicazioni per l’iscrizione alla gestione separata che, sull’anno d’imposta 2016, ha già controllato dettagliatamente tutti coloro i quali hanno omesso i contributi nonostante fossero iscritti alla gestione separata con la qualifica di liberi professionisti.l’Inps intende controllare da dove proviene un certo reddito e perché non è stato versato alle Casse professionali così da inviare gli avvisi di accertamento.Come detto, gli accertamenti riguardano il 2016 con le comunicazioni già inviate ai soggetti morosi che, compilando la dichiarazione dei redditi 2017 “hanno indicato redditi da lavoro autonomo ai fini fiscali nei quadri RE, LM (Autonomo), sezioni I o II, o RH della dichiarazione dei redditi” e “hanno omesso la compilazione del quadro RR, sezione II, finalizzato al calcolo dei contributi dovuti alla gestione separata dell’Inps”, si legge sul portale economico. In questo modo, secondo la legge 388/2000 (articolo 116) in cui si parla di evasione, la sanzione equivale al 30% “fino al tetto pari al 60% della contribuzione omessa”. A causa dei due anni di pandemia, le date di prescrizione per le i contributi di previdenza e assistenza, quelli obbligatori, in un primo momento furono sospesi tra il 23 febbraio e il 30 giugno 2020 e, successivamente, lo stop fu decretato dal 31 dicembre 2020 fino a mese di giugno 2021.

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *