Brindisi del 24 e del 31 dicembre, l’ordinanza comunale anti assembramento: le aree di Napoli interessate

Il sindaco Manfredi firma l’ordinanza sindacale contenente misure contingibili ed urgenti per fronteggiare fenomeni di assembramento in alcune aree e strade cittadine nel periodo delle festività natalizie: i dettagli

I

l sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ha firmato l’ordinanza sindacale contenente misure contingibili ed urgenti per fronteggiare fenomeni di assembramento in alcune aree e strade cittadine nel periodo delle festività natalizie ed in particolare nei giorni 24 e 31 dicembre.

Nell’ordinanza vengono individuate aree e strade cittadine interessate da situazioni di potenziale particolare assembramento nel periodo natalizio:

1) Chiaia – zona cd. baretti: via Gaetano Filangieri (da piazzetta Rodinò a via Santa Caterina a Chiaia), via Santa Caterina a Chiaia, piazza dei Martiri, via Carlo Poerio, via Giuseppe Fiorelli, largo Ferrandina, via Cavallerizza a Chiaia;

2) Centro Storico: via Mezzocannone, via de Marinis, via Candelora, via S. Chiara, via S. Sebastiano, via Port’Alba, via S. Maria di Costantinopoli, via Sapienza /Via del Sole, piazza Miraglia, via S. Pietro a Maiella;

3) Quartieri Spagnoli: vico delle due porte a Toledo, vico Tre Regine, vico S. Sepolcro, via Toledo;

4) Vomero: piazza Ferdinando Fuga, piazza Vanvitelli, via Aniello Falcone, via Raffaele Morghen, via Gian Lorenzo Bernini, via Alessandro Scarlatti, via Luca Giordano, via Giovanni Merliani, via Enrico Alvino, piazza Medaglie d’Oro, piazza Immacolata, piazza Leonardo, piazza degli Artisti, piazza Francesco Muzii, piazzale San Martino. 

Fermo restando il rafforzamento dei controlli, in dette strade ed in quelle ricomprese nelle aree sopra riportate, dalle ore 10.00 alle ore 20.00 del 24 e del 31 dicembre 2022 l’ordinanza stabilisce:

– in caso di notevole afflusso di persone e di assembramenti con potenziali ricadute negative sull’ordine e la sicurezza pubblica, l’interdizione dell’accesso alle stesse da disporsi a cura dell’autorità di pubblica sicurezza, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso alle abitazioni private;

– di vietare a tutti gli esercizi di somministrazione di cibi e bevande di vendere per asporto o somministrare ogni tipo di bevanda in contenitori di vetro (sia bottiglie che bicchieri), lattine, potendosi utilizzare solo bicchieri di carta o di plastica, con esclusione del servizio di somministrazione ai tavoli all’interno dei locali e nelle aree in concessione;

– è vietato a chiunque su area pubblica il consumo di qualsiasi bevanda in contenitori di vetro (sia bottiglie che bicchieri), lattine, potendosi utilizzare solo bicchieri di carta o di plastica, con relativa esclusione del divieto ai tavoli all’interno dei locali e nelle aree in concessione.

Le sanzioni previste

Salvo che il fatto non costituisca reato ai sensi dell’art. 650 c.p., le trasgressioni alla presente ordinanza saranno punite:

– relativamente alle violazioni di cui al punto 2, con la sanzione amministrativa di € 500,00 ai sensi dell’art. 7 bis del DLgs n. 267/2000 e dell’art. 16 della legge n. 689/1981 e ss.mm.ii.;

– relativamente alle violazioni di cui al punto 3, con la sanzione amministrativa di € 50,00 ai sensi dell’art. 7 bis del DLgs n. 267/2000 e dell’art. 16 della legge n. 689/1981 e ss.mm.ii..

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *