Qatar: nei guai ex dirigenti Anas

Sette ex dirigenti di Anas al centro di un’indagine volta a far luce sulla perdita di valore di Anas International Enterprise Spa (la società di Anas che gestisce le attività all’estero) nell’ambito di operazioni condotte in Qatar per partecipare a bandi di gara per lo sviluppo di infrastrutture per il Campionato mondiale di calcio 2022.Il nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza, su mandato della Corte dei Conti, ha disposto il sequestro conservativo di beni, di un valore pari a 7,6 milioni di euro, a Bernardo Magrì e Stefano Granati, rispettivamente ex amministratore delegato ed ex presidente del Consiglio di amministrazione di Aie.Al centro dell’indagine la concessione di finanziamenti senza idonee garanzie a una società di diritto qatariota (Anas Tec Gulf Engineering Llc)

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *