UE: Intesa su c/c e cassette di sicurezza

Dati dei conti correnti bancari e cassette di sicurezza con accesso europeo. Le Unità di informazione finanziaria (Uif) dei paesi Ue potranno accedere a ruota libera alle informazioni dell’anagrafe dei rapporti bancari di tutti i 27 paesi membri dell’Ue. Le autorità preposte alla prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo potranno quindi ottenere immediatamente le informazioni sull’identità dei titolari di tutti i conti europei attraverso un punto di accesso comune (Bar). È una delle novità che saranno introdotte a breve all’interno della riforma dell’antiriciclaggio Ue di cui il Consiglio dell’Unione europea ha approvato gli indirizzi generali il 7 dicembre scorso. I 27 hanno trovato un’accordo per un regolamento antiriciclaggio (Aml) e una nuova direttiva (Amld6) che sostituisce l’attuale direttiva 2015/849/Ue (la quarta direttiva antiriciclaggio, modificata dalla quinta). Tali provvedimenti, insieme alla riforma del regolamento sui trasferimenti di fondi, su cui è già stato raggiunto un accordo con il parlamento europeo, gettano le basi del nuovo quadro normativo Ue in materia di antiriciclaggio. Ora il Consiglio è pronto ad avviare i negoziati a tre con il parlamento europeo per concordare la versione finale dei testi. La commissione si aspetta “un processo legislativo rapido”.

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *