Si ribalta offshore al largo del porto di Baia, morto 35enne

Pasquale Corsaro, meccanico 35enne di Pozzuoli, era con un’altra persona (rimasta ferita) a testare il natante. Indagini in corso per accertare cosa sia accaduto

Una tragedia si è verificata questa mattina a Bacoli. Al largo del porto di Baia, in seguito al ribaltamento di un catamarano offshore, ha perso la vita il 35enne puteolano Pasquale Corsaro.

Insieme a lui è rimasta ferita un’altra persona, un secondo giovane che è stato trasferito presso il pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli per accertamenti.

I due stavano, per conto di un cantiere nautico, provando il natante. Pare questo si sia ribaltato – per motivi ancora da accertare – ad alta velocità: numerosi i testimoni che, dal porticciolo di Baia, hanno potuto assistere alla scena. Una barca privata che era in zona ha poi prestato i primi soccorsi e chiamato la guardia costiera.

“Oggi ci ha lasciati uno dei migliori – scrivono dei colleghi – In uno sfortunato incidente avvenuto fuori al porto di Baia… Un amico ,un collega ed un fratello Pasquale Corsaro”.

Le indagini sono condotte dalla Capitaneria di Porto di Pozzuoli che ha sequestrato il catamarano.

Il cordoglio del sindaco

“Apprendo con profondo dolore della tragedia avvenuta stamane al largo del porto di Baia”. Così il sindaco di Bacoli, Josi Gerado Della Ragione, esprime su Facebook il cordoglio della città per la tragedia.

“La città di Bacoli, ed in particolare tutto il settore nautico, piange la scomparsa di Pasquale – prosegue Della Ragione – Giovane lavoratore che ha perso la vita in mare. Mi stringo al lutto della famiglia. È un giorno molto triste. Questa notte, in segno di cordoglio, l’Albero di Natale al porto di Baia resterà spento”.

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *