D.Trump, più tasse all’estero che a casa: svelati i tributi (bassissimi) dell’ex presidente USA

Dopo un lungo braccio di ferro arrivato fino alla Corte suprema tra Donald Trump e la Commissione di sorveglianza della Camera, 6.000 pagine di dichiarazioni fiscali dell’ex presidente e della moglie Melania dal 2015 al 2020 che erano state consegnate ai deputati la scorsa settimana sono state divulgate ieri. Dal Watergate, Trump era il primo presidente a tenerle segrete.I documenti mostrano che, dichiarando perdite milionarie, in quei sei anni Trump pagò 750 dollari di tasse sia nel 2016 che nel 2017, 1,1 milioni nel 2018-2019 e zero tributi nel 2020. Uno scoop del New York Times nel 2018 rivelò che Trump aveva pagato zero tributi in 10 dei 15 anni precedenti. Nel suo piccolo Melania ha dichiarato guadagni di 3.848 dollari come modella nel 2019 e 2020 ma spese per 3.848 dollari e quindi si è ritrovata a zero di reddito netto. Il tycoon, che spesso si è vantato della propria furbizia con il fisco, ha usato ogni metodo legale per pagare il meno possibile, ma gli esperti hanno individuato 26 casi sospetti in quei sei anni, per i quali potrebbe essere accusato di frode fiscale. Ci sono voci e numeri, come gli interessi ottenuti da Trump per prestiti ai propri figli oppure cifre spese esattamente corrispondenti alle entrate che avrebbero dovuto essere controllati. 

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *