Carne sostenibile, il decreto c’è ma l’etichetta è fantasma

Il decreto, naturalmente, c’è. Ma l’etichetta è fantasma. Per poter procedere a un bollino di qualità, infatti, occorrono enti certificatori autorizzati a rilasciare l’etichetta, e soprattutto serve un disciplinare – approvato da una commissione tecnica titolata – che stabilisca i requisiti per la certificazione. E al momento, non ci sono nè gli uni nè l’altro. C’è solo un decreto, che parla di Sistema qualità nazionale zootecnia e di requisiti per la concessione dei contributi europei della nuova Pac in base agli ecoschemi approvati dall’Italia. Per arrivare a un bollino di qualità sulle confezioni di carne made in Italy, insomma, la strada è ancora molto lunga.
about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *