Nasce il tavolo tecnico per il decoro a Napoli: tra le priorità le gallerie Umberto e Principe

Il tavolo sarà coordinato dall’assessore comunale alla salute e al verde Vincenzo Santagada con gli assessori alle politiche sociali Luca Trapanese e alla legalità Antonio De Iesu e avrà lo scopo di organizzare le azioni di riqualificazione del territorio cittadino

Nasce un tavolo tecnico per il decoro a Napoli, coordinato dall’assessore comunale alla salute e al verde Vincenzo Santagada con gli assessori alle politiche sociali Luca Trapanese e alla legalità Antonio De Iesu, per organizzare le azioni di riqualificazione del territorio cittadino, a cominciare dalla Galleria Umberto e la Galleria Principe di Napoli. Ad annunciarlo è stato lo stesso assessore Santagada nel corso dell’ultima riunione della commissione consiliare politiche sociali, presieduta da Massimo Cilenti.

La situazione dei senza fissa dimora in città

L’assessore Trapanese ha sottolineato la forte presenza di cittadini senza fissa dimora, situazione che peggiora giorno dopo giorno, non solo a Napoli, ma in molte altre città italiane. Con l’annuncio di una stretta sul reddito di cittadinanza, per Trapanese vi è un alto rischio di collasso. L’amministrazione comunale – ha spiegato l’assessore al welfare – ha investito e potenziato le azioni di contrasto alle povertà, a partire dalla spesa di 25 milioni di euro e l’apertura di quattro housing first, in parte presso beni confiscati e in parte in immobili di proprietà comunale. È stato, inoltre, firmato il protocollo con asl e diocesi per rafforzare i servizi rivolti ai senza fissa dimora, che servirà anche per evitare interventi di natura assistenzialistica delle associazioni di volontariato senza coordinamento. È, infine, in dirittura d’arrivo la firma di un protocollo d’intesa con il carcere di Secondigliano per la presa in carico delle persone che giungono a fine pena senza la prospettiva di una sistemazione.

L’assessore De Iesu ha spiegato che la presenza di senza fissa dimora nelle gallerie Umberto e Principe di Napoli, o in altri luoghi turistici, non costituisce un problema di decoro urbano, ma di contrasto alla povertà. Il tavolo per il decoro permetterà di avere un team operativo di raccordo con la polizia municipale e i servizi sociali e la Prefettura – ha spiegato l’assessore – con le prime azioni che saranno concentrate sulle gallerie Umberto e Principe di Napoli nel rispetto delle fragilità umane per garantire la vivibilità di queste aree.

Per il presidente della commissione Massimo Cilenti va prevista la partecipazione al tavolo del servizio patrimonio al fine di individuare strutture idonee per l’accoglienza dei senza fissa dimora, per i quali vanno individuate strade nuove per riconnetterli alla vita di tutti giorni. Infine, qualora le attività di concertazione con l’associazionismo non dovessero portare ai risultati sperati, occorrerà che l’amministrazione comunale recuperi il proprio spazio d’azione per la soluzione del problema.

Il dibattito in commissione

Per Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) bisogna assicurare in modo prioritario l’igiene e attivare un insieme di regole per il trattamento dei senza fissa dimora. Sergio Colella (Manfredi Sindaco) ha ritenuto utile un potenziamento del coordinamento delle associazioni di volontario. Per Toti Lange (gruppo Misto) mancano soluzioni per incidere realmente: a costo di essere impopolari, vanno previste sanzioni per le associazioni che non vogliono farsi coordinare nell’erogazione dei servizi ai senza fissa dimora. Demetrio Gennaro Paipais (Manfredi Sindaco) ha proposto, invece, di estendere il tavolo, attraverso una manifestazione d’interesse, a tutti gli attori sociali. Per Rosario Andreozzi (Napoli Solidale Europa Verde) va avviato anche un tavolo di confronto con il terzo settore per un coordinamento delle équipe multidisciplinari. Salvatore Flocco (M5S) ha chiesto attenzione per i luoghi meno conosciuti dove è forte la presenza di senza fissa dimora.

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *