Incinta del terzo figlio teme di essere licenziata, l’azienda le fa un contratto a tempo indeterminato

La prossima settimana partorirà il suo primo maschietto che arriva dopo due bambine, di 11 e 7 anni e Lorena Piras, 31enne di Macomer esplode di gioia. Specie dopo che alla lieta notizia, se ne è aggiunta un’altra sul fronte del lavoro che ha temuto di perdere: il 22 dicembre quando era andata da poco in maternità, la Sardafuoco, la piccola impresa di manutenzione e vendita di impianti a legna e pellet dove lavora come segretaria, le ha recapitato a casa un contratto a tempo indeterminato.Quasi non potevo crederci essendomi fatta mille problemi per annunciare la mia gravidanza al titolare dell’azienda (Mirko Manca di 33 anni, ndr), anche se ho capito subito che non mi avrebbe ostacolata: quando gli ho parlato della mia gravidanza ha avuto una reazione di gioia e ho capito che il timore che avevo era solo un film che mi ero fatta io».La sua vicenda fa notizia in un momento in cui, purtroppo, la gravidanza resta ancora un fattore che mette a rischio il lavoro per le donne

about author

redattore

mdl@tvdigitale.biz

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *